Suoli alle coop edilizie :non c’è intesa

Segue l’articolo di Michele Toriaco pubblicato sulla Gazzetta del mezzogiorno, che riguarda l’intesa, che tarda ad arrivare, relativa ai suoli edificabili da assegnare alle cooperative edilizie.

Lottizzazioni Torremaggiore www.torremaggiore.com

Suoli edificabili alle cooperative edilizie. Sta diventando un tormentone: il bando di assegnazione è infatti pronto da tempo per essere approvato in consiglio comunale, ma stranamente nella maggioranza Pdl di governo locale si stenta ancora a trovare un accordo, per un contrattempo che ha già fatto saltare più di una volta il punto in questione (presente al consiglio del 16 aprile, rinviato e poi assente nella seduta del 24).
Problemi di natura tecnico-burocratica o soprattutto politica, all’origine del tormentone, come spesso accade quando c’è di mezzo il mattone? Nel caso specifico, oltre alla possibilità di costruire nuove case, in ballo ci sono anche 550mila euro che le cooperative assegnatarie dovranno versare nelle casse del Comune per l’acquisto dei suoli individuati in un’area di espansione a ridosso della strada provinciale per San Paolo Civitate, periferia nord del centro abitato. Si tratta di un progetto che prevede la costruzione di 22 appartamenti per ognuno dei quali il Comune chiede alle cooperative interessate di sborsare 25 mila euro. In dettaglio, saranno tre le cooperative che si aggiudicheranno ognuna uno dei tre lotti su cui si potranno realizzare i nuovi insediamenti abitativi formati rispettivamente da palazzine con 10, 6 e 6 appartamenti.
Ma perché i 550mila euro arrivino a destinazione, secondo le aspettative dell’amministrazio – ne comunale, le cooperative edilizie interessate all’affare dovranno presentare al Comune domanda di assegnazione, il che vorrà dire accettare il prezzo imposto di 25mila euro ad appartamento, altrimenti, qualora il primo bando andasse deserto l’amministrazione comunale dovrebbe decidere di abbassare il prezzo di vendita. Va detto che gli appartamenti messi in vendita dalle cooperative permettono ai futuri acquirenti di risparmiare rispetto ad altre tipologie di vendita perché, per legge, i prezzi imposti dalle cooperative non possono superare un tetto massimo stabilito dal Comitato per l’edilizia residenziale. Questo, perché le cooperative edilizie, almeno sulla carta, sono definite società senza scopo di lucro, e quindi il loro scopo è costruire abitazioni da mettere in vendita per i propri soci.
In questo senso, si ritiene che acquistare un alloggio dalle cooperative edilizie può essere vantaggioso per chi non dispone di somme ingenti, e perciò rientra in determinate fasce di reddito o di agevolazioni per l’acquisto dell’immobile. In questi casi, le cooperative usufruiscono del credito edilizio agevolato previsto da specifiche norme regionali. Inoltre, a vantaggio di queste cooperative spesso ci sono determinate anche agevolazioni fiscali.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: