Ospedale S.Giacomo:ventilatori a pazienti morti

Pubblichiamo un articolo di Michele Toriaco tratto dalla Gazzetta del Mezzogiorno, relativo ad una inchiesta da parte della Magistratura che ha portato i Carabinieri del NAS a sequestare i ventilatori polmonari acquistati per pazienti deceduti e regolarmente abbandonati.

Ospedale San Giacomo Torremaggiore

Ombre sulla sanità locale: prosegue l’inchiesta sull’acquisto di ventilatori polmonari, molti dei quali depositati presso l’ospedale di Torremaggiore, avviata dalla Procura mentre la direzione generale dell’Asl di Capitanata annulla una decina di delibere per evitare il rischio di «doppie emissioni di mandati di pagamento». Ed è proprio l’atto amministrativo del massimo dirigente dell’Asl di Foggia, Ruggiero Castrignanò, a mettere sotto i riflettori della cronaca l’inchiesta della magistratura foggiana, affidata al procuratore Antonio Laronga, per questo presunto nuovo caso di “malamministrazione” sanitaria. Nella delibera Asl, infatti, si evidenzia come le indagini della Procura abbiano portato al sequestro, da parte dei carabinieri del Comando per la tutela della salute (Nas) di Bari, di 67 delibere e relativa documentazione presso gli uffici dell’area patrimonio dell’Asl foggiana.

Carabinieri NAS

Prima dell’arrivo dei militari era stata avviata anche una “indagine ispettiva” interna, decisa e avviata dalla Regione in seguito al contenuto di un esposto anonimo nel quale si parlava appunto dell’acquisto di ventilatori polmonari per pazienti degli ospedali di Torremaggiore e San Severo. All’esito dell’indagine della Regione, che avrebbe evidenziato casi di doppie delibere per doppie forniture e doppi pagamenti, il direttore generale dell’Asl ha chiesto una relazione dettagliata ai direttori delle aree amministrative interessate (finanze e patrimonio), i quali hanno garantito la correttezza delle procedure di acquisto delle apparecchiature, perché «oltre ad acquisire una sola volta i ventilatori, non è stato effettuato l’indebito acquisto degli stessi». In attesa dell’esito delle indagini della magistratura si è comunque appreso che 16 dei ventilatori acquistati giacevano inutilizzati nel reparto malattie respiratorie dell’ospedale “San Giacomo” di Torremaggiore e che una parte di tutto il materiale finito sotto esame era stato prescritto a pazienti nel frattempo deceduti.

Annunci

3 Responses to Ospedale S.Giacomo:ventilatori a pazienti morti

  1. anna ha detto:

    cosa ci si poteva aspettare dove la corruzione e il nepotismo e di casa,menomale che c’e’ il federalismo
    cosi vedremo chi produce veramente,non potete piu’ rubare gli stipendi stando a dormire e mandare i poveri pazienti a farsi chilometri per curarsi al nord.

    e ora di lavorare ,a proposito e anche ora di studiare e meritarsi il posto di lavoro cosi si finisce con questi raccomandati sfaticati ed ignoranti.

    FIRMATO
    un ex concittadino non raccomandato che il posto di lavoro l’ha avuto non per raccomandazione ma per merito.

  2. Paolo ha detto:

    Quoto tutto quello che dici 🙂

  3. Gifan ha detto:

    Per colpa di quelli che chiami sfatigati e ignoranti sono stato rapito da una multinazionale di consulenza di Milano…e il mio rammarico è il triplo del tuo. Amo la mia terra e l’ho dovuta lasciare!!! Spero che il federalismo fiscale porti maggiore efficienza, efficacia ed economicità nella gestione del pubblico denaro…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: