Lavori bloccati alla Don Bosco, la ditta ricorre al Tar

Apprendiamo dalla Gazzetta del Mezzogiorno che i lavori per la messa in sicurezza della Scuola Elementare San Giovanni Bosco di Torremaggiore si sono bloccati a causa di un ricorso effettuato da una ditta al TAR, segue l’articolo di Michele Toriaco.

Scuola elementare San Giovanni Bosco Torremaggiore

Sicurezza alla scuola elementare “San Giovanni Bosco”: il ricorso di una ditta «non invitata» dal Comune blocca la gara d’appalto in attesa che il 5 novembre si pronuncino i giudici del Tar del Lazio. La sospensione della procedura di aggiudicazione dei lavori è arrivata a poche ore dall’inizio della seduta della commissione di gara: tutto fermo perché una ditta, quella che ha presentato il ricorso al Tribunale amministrativo regionale del Lazio, non sarebbe stata invitata dal Comune come invece è avvenuto per le altre concorrenti in lizza. Da qui la decisione di ricorrere al Tar del Lazio (baipassando il Tar della Puglia), evidentemente per chiedere e ottenere di essere ammessa alla gara per l’appalto dei lavori di adeguamento generale alla normativa in materia di sicurezza, igiene e agibilità, “grande manutenzione” de gli infissi e, finalmente dopo anni di attesa, anche per l’abbattimento delle barriere architettoniche pro-disabili.
Come andrà a finire questa vicenda lo si saprà il 5 novembre prossimo, così come hanno spiegato in Municipio i componenti della commissione di gara. I lavori che adesso “aspettano” la decisione della magistratura amministrativa rivestono un’importanza enorme per la sicurezza degli ambienti scolastici, in un’istituto frequentato ogni giorno da alcune centinaia di persone fra alunni, docenti e personale amministrativo. E per di più quei lavori sono attesi da troppi anni per restare ancora confinati nel limbo delle aspettative. La gara d’appalto, dotata di un budget di 340mila euro, avrebbe dovuto svolgersi il 30 ottobre, l’amministrazione comunale Pdl per procedere all’apertura del cantiere ha ottenuto 292mila euro dalla Regione Puglia qualche mese fa.
Si tratta di un intervento approvato e finanziato con 292mila euro l’estate scorsa nell’ambito del cosiddetto “Patto per la sicurezza” siglato nel 2007 da Governo, Regioni ed enti locali, e finalizzato all’innalzamento del livello di sicurezza delle istituzioni scolastiche pubbliche e del miglioramento della qualità degli ambienti e delle strutture nelle quali è prestato il servizio scolastico. Adesso non resta che aspettare di conoscere la decisione dei giudici del Tar del Lazio, e poi se tutto filerà liscio anche e soprattutto l’esito della gara d’appalto e se il Comune intenda avviare subito l’apertura del cantiere nella scuola che da settembre è alle prese con il tradizionale svolgimento delle attività didattiche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: