Arresto a Torremaggiore,cocaina nel vano ascensore

Segue articolo di Tatiana Bellizzi pubblicato sul sito della nota emittente Tv foggiana TeleRadioErre, sull’ultimo arresto effettuato dalla Polizia di Stato a Torremaggiore.

null

Quando si dice: “la necessità aguzza l’ingegno”. Ma nel caso di Luciano Clema, pluripregiudicato sanseverese di 33 anni, dietro la sua necessità si celava lo spettro dell’illegalità. Sì perchè l’uomo, aveva trovato un nascondiglio “eccezionale” per occultare quasi 140 grammi di cocaina: vale a dire il vano ascensore. Per questo motivo gli agenti del Commissariato di polizia lo hanno arrestato. Lui, sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno a Torremaggiore, ora dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Tutto è iniziato dopo la segnalazioni di un continuo andirivieni di giovani assuntori in un appartamento situato in una zona residenziale del comune dell’Alto Tavoliere. Ieri, pertanto, la decisione di fare irruzione in casa di Clema. Al momento del blitz, l’uomo ha tentato di disfarsi di una busta, contente un bilancino di precisione ed una sola dose di cocaina, lanciandola dalla finestra. Sacchetto prontamente recuperato dai poliziotti. Poi nel corso di una prima perquisizione sono stati recuperati, in un cesto nascosto nel ripostiglio i primi 26 grammi di polvere bianca, mentre in un barattolo in vetro posto in cucina alcuni grammi di sostanza da taglio. Ma la perquisizione non si è fermata lì. Il ritrovamento consistente è avvenuto all’interno del vano ascensore, dove gli agenti hanno trovato 11 involucri da 13 grammi l’uno dello stesso stupefacente. Si tratta di droga destinata alla vendita al dettaglio, perlopiù al mercato giovanile – dicono gli investigatori. Sono dosi che vengono vendute, in particolar modo nel fine settimana, a gruppi di ragazzi che – sempre a detta degli inquirenti – realizzano delle vere e proprie collette pur di comprarle. Addosso a Clema, è stata recuperata anche la somma di 270 euro, sicuro provento – per i poliziotti – dell’attività illecita di spaccio. Un grammo di cocaina viene piazzata sul mercato illegale a circa 50 euro, pertanto il valore complessivo dello stupefacente sequestrato si aggirerebbe intorno ai 7000 euro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: