Anche a Torremaggiore festeggiato il 4 novembre

null

Esattamente novantadue anni fa, il 4 novembre 1918, ebbe termine il primo conflitto mondiale, un evento che ha segnato in modo indelebile l’inizio del ‘900, determinando radicali mutamenti politici e sociali.

La data, che celebra la fine vittoriosa della guerra, commemora la firma dell’armistizio siglato a Villa Giusti (Padova) con l’Impero austro-ungarico ed è diventata la “Giornata dedicata alle Forze Armate e all’Unità Nazionale”, che intende ricordare tutti coloro che sacrificarono il bene supremo della vita per un ideale di Patria e di attaccamento al dovere: valori immutati nel tempo.

Anche a Torremaggiore è stato festeggiato il 4 novembre,Giorno dell’unità nazionale e Giornata delle Forze Armate. In Piazza dei Martiri questa sera erano presenti il Sindaco Vincenzo Ciancio,le autorità civili e militari, una rappresentanza dei consiglieri comunali, la Polizia Municipale, la Croce Rossa Italiana , la Confraternita della Misericordia e la Banda Musicale della Città di Torremaggiore.

Annunci

20 Responses to Anche a Torremaggiore festeggiato il 4 novembre

  1. Ignoto ha detto:

    E la Misericordia..non vi dimenticate

  2. fox ha detto:

    Riecco il sindaco delle cerimonie!

  3. ametta ha detto:

    Solo quelle sta facendo, quando fa le nomine della scuola musicale e del nucleo di valutazione, a chi aspetta?

    Michele Ametta

  4. Durango ha detto:

    Togliete la politica dalla scuola musicale!!!!!

  5. u zanzn ha detto:

    La misericordia è come il prezzemolo 😀

    A ragà, a voi manca il realismo: Mr Cenc non può fare nulla, è un sindaco immobile e può limitarsi solo alle cerimonie. Ma le avete viste le ultime delibere di Giunta? ridicole.
    Se Mr Cenc si azzarda ad alzare un po’ la voce o a prendere qualche provvedimento serio Mr Trench gli tira tanti di quelli schiaffi nella faccia.
    Prendete le delibere approvate finora, a chi sono andati i soldi? Prendete la 68, a quale schieramento appartiene Domenico Di Pumpo?
    E mo vedrete con le nomine, se e quando ci saranno. Il Vero sindaco di torremaggiore è mr Trench e NON mr Cenc, Mr Cenc può farsi giusto le cerimonie p bell vdè.

  6. ametta ha detto:

    u zanzn sai che il nomignolo che hai dato al sindaco Mr Cenc mi fa morire dalle risate? Dà proprio l’idea!

    Michele Ametta

  7. LILLY ha detto:

    se facessimo una petizione popolare con un comitato prieseduto da un consigliere dell’opposizione (io spero in Monteleone e nn in Quaranta) li metteremmo in un angolo e di fronte alle loro responsabilità !!!
    ma mi chiedo perkè tutto ciò nn si fa???
    e nn mi dite ke nn serve a nint perkè nn è vero 😦
    così potremo spiattellare in faccia alla popolazione torremaggiorese giorno x giorno le loro malefatte!
    ma se si deve fare si deve fare ora nn dopo ke le loro malefatte le compiano tutte e se ne vanno a casa di loro spontanea volontà
    ORA O MAI +

  8. ametta ha detto:

    Eh ma però Monteleone non vuole fare niente…

    Michele Ametta

  9. LILLY ha detto:

    me ne sto accorgendo…
    e perkè quaranta pure?!
    qua mi sa ke si solo kiakkiera a vanvera, nn hanno capito ke le parole se le porta via il vento e qui a noi ora servono i fatti?!

  10. COMUNICAZIONE PER TUTTI I NAVIGATORI

    Informiamo gli utenti che oltre a scrivere i commenti in ogni notizia, è possibile anche discutere di qualsiasi tematica sul Forum di Discussione di Torremaggiore.Com
    E’ necessaria una semplice registrazione! Basta andare su http://www.torremaggiore.com alla voce FORUM oppure al seguente link : http://torremaggiore.freeforumzone.leonardo.it/forum.aspx?c=174573&f=174573

  11. inquisitore ha detto:

    ma la petizione per fare cosa? per dire andatevene? e secondo voi intanto quanti cittadini la firmerebbero? che senso avrebbe?
    mi pare invece che i consiglieri di opposiozione con tutti i limiti che potrebbero avere stanno operando attreverso gli strumenti che le regole gli mettono a disposizione. tra l’altro avete dimenticato che hanno avuto un primo riconoscimento quando hanno chiestoil consiglio sulle commissioni consiliari? adesso che si insedieranno potranno forse incidere di piu. poi, certo denunciare quello che non va va fatto ma non chiedendo semplicemente alla gente sei d’accordo o no a quello che hanno fatto gli inciucisti. anche perchè a torre ci si lamenta sempre però voglio vedere quanti firmerebbero con nome e cognome….meno demagogia ametta,intanto chiedi al tuo consigliere di fare il proprio dovere e già sarebbe un bel passo!

  12. ametta ha detto:

    Inquisitore io non ho chiesto mai nessuna petizione, ho semplicemente risposto a Lilly. Poi non è vero che la petizione non serve a niente, e non mi pare che ci siano tante altre idee in questo momento. La mobilitazione popolare serve eccome, specialemente se all’opposizione ci sono solo 4 consiglieri. Ogni scusa è buona per non fare niente, è comodo fare opposizione “composta” e contemporaneamente sperare che arrivino i 5 anni di mandato.

    P.S. Io non ho nessun consigliere.

    Michele Ametta

    • LILLY ha detto:

      quoto, infatti l’ho pure specificato nel commento ke mi avrebbero detto ke nn serviva a nnt, quando si vuole agire subito ribattono co la demagogia….ma x favore 😦

  13. inquisitore ha detto:

    sei iscritto a idv oppure no? se non condividi quello che non fa il tuo consigliere o fate una riunione dove lo scuotete oppure lo cacciate o te ne vai?
    secondo te stare 5 anni all’opposizione senza indennità e senza gestire il potere quale vantaggio potrebbe creare? fammelo sapere cosi li informo.

  14. terenzio ha detto:

    E’ pericoloso scrivere senza pensare prima quello che si scrive. In democrazia la petizione serve solo per sensibilizzare un’istituzione a fare qualche cosa. Per far dimettere un organo istituzionale(sindaco, consiglio comunale, parlamento) democraticamente eletto dai cittadini (democrazia delegata) soltanto gli eletti (consiglieri comunali o parlamentari) possono sfiduciare l’istituzione. Al moralista e professionista dei blog e dei social network ,vorrei dire che in democrazia, fino a quando si è dirigente o presidente o segretario di un partito si condivide in toto l’operato di tutti i componenti del partito e, anche dei consiglieri comunali di quel partito, altrimenti (così pare ci insegna DI PIETRO e le regole della democrazia) si fa dimettere 8democraticamente) il consigliere del partito (IDV) che ad oggi fa parte di una coalizione con dentro il PDL. Altrimenti il dirigente(se è coerente a quello che 100 mila volte al giorno da lezione di democrazia a tutti) si DIMETTE DAL PARTITO. Fino ad oggi abbiamo letto 100 mila critiche all’amministrazione Ciancio a De vita al PDL e a tutto il mondo …..ma nemmeno una riga di dissenso da parte del partito IDV (Presidente, segretario, direttivo od altro) nei confronti di leale(nei confronti dell’amministrazione) consigliere comunale del IDV. TUTTO IL RESTO E’ DEMAGOGIA e non chiarisce ma inquina la politica. Angelo

  15. ametta ha detto:

    E’ pazzesco, adesso la colpa è mia se gli altri fanno gli inciuci… ma siete di Torremaggiore??? Lo ripeto per l’ennesima volta, io non ho nessun consigliere comunale, ho detto che sono all’opposizione e non sono io che mi devo dimettere che ho l’unica colpa di dire ciò che penso ma il sindaco che ha tradito la fiducia degli elettori (che prende soldi per fare il sindaco e io invece neanche un centesimo) non mi pare che nel PD siano tutti d’accordo con il sindaco si devono dimettere? E’ questa la tua idea “intelleattuale” della democrazia?

    P.S. terenzio forse non sai leggere, non ho chiesto io la petizione!!!

    Michele Ametta

  16. Tullio ha detto:

    In Italia, ma anche a Torremaggiore è abitudine parlare di tutto per non parlare di niente. A una domanda specifica si risponde con una risposta specifica e non di altro e bla bla bla…. Leggendo la domanda di Terenzio credo aver dedotto quanto segue: il consigliere Nirchio è iscritto nel gruppo consigliare dell’I.D.V. o fa parte di un altro gruppo consigliare? Se il consigliere è iscritto a IDV i dirigenti del Partito, se non si dimettono da quel partito, condividono le scelte del loro consigliere e quindi l’IDV fa parte integrante dell’Amministrazione Ciancio insieme al PDL di De Vita. Basta il doppiogiochismo i cittadini hanno diritto ad avere risposte nette e coerenti. Altrimenti, in un fase simile alla Torre di Babele, è meglio stare zitti per non generare confusione e demagogia. Vista l’onestà intelletuale e politica del gruppo IDV di Torremaggiore penso che sia giusto chiarire.

  17. ametta ha detto:

    Mi sà che non sapete come funziona un partito democratico, in democrazia c’è chi sta in minoranza e chi in maggioranza su una certa linea, se io sono in minoranza non devo dimettermi ma fare opposizione alla maggioranza e cercare di convincere la stessa ad appoggiare la mia linea. E questo non riguarda solo IDV ma tutti i partiti, seguendo il vostro discorso applicato all’amministrazione i 4 consiglieri di opposizione dovrebbero dimettersi perché non sono d’accordo con il sindaco, ma come ragionate?

    Michele Ametta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: