Comunicato Ass.Sacco&Vanzetti:presentazione del libro Terroni di Pino Aprile

Segue comunicato dell’associazione politico-culturale Sacco e Vanzetti ONLUS

null

150 anni fa non esisteva tra le due parti del nostro Paese, Nord e Sud, il dislivello che c’è oggi. Come dice Pino Aprile “è stato fatto di tutto, sono state usate le armi, la politica, l’economia, per far sì che gli italiani del sud diventassero meridionali”.

In un periodo in cui al danno subito dal Sud si è aggiunta la beffa di sentire emergere sempre più alla ribalta dei mass media una “questione settentrionale” ed i problemi gravi del “profondo nord”, è doveroso conoscere e far conoscere bene la verità di una storia diversa ben documentata da fior di studiosi ed intellettuali. Nel libro”Terroni” si dimostra con ampia documentazione e citazione di fonti come 150 anni fa non fummo liberati dai Savoia per avere sviluppo, giustizia, libertà e progresso: si trattò di una vera e propria annessione compiuta con la violenza di una guerra fratricida (“Fratelli d’Italia”!!!) che fece centinaia di migliaia di morti anche tra la popolazione civile. Quello che era il “Regno delle due Sicilie ”divenne un Paese “senza più padri”. Per sopravvivere alla miseria milioni furono i protagonisti di quella che fu definita la “prima grande emigrazione”, quella che partì proprio intorno alla fine dell’’800 ed i primi decenni del ‘900, coinvolse anche moltissimi concittadini, fra cui Ferdinando Sacco, ebbe come meta soprattutto la “Merica” e fu ben descritta anche da E. De Amicis nel 1889 nel suo libro “Sull’Oceano”. Interi paesi furono depredati e distrutti, ci furono deportazioni: “l’Italia fu fatta (anche) con il sangue degli italiani” soprattutto del Sud. Anche secondo gli studi del prof. Malanima del CNR di Napoli al momento dell’Unità di Italia non c’era differenza tra Nord e Sud del Paese, anzi. Un’industria che al Nord ancora non c’era, era molto fiorente al Sud! La differenza è sorta proprio a seguito dell’Unità: fu imposta successivamente con le armi e vere proprie stragi.

Nel momento in cui ci accingiamo a celebrare i 150 anni dell’Unità del nostro Paese è giusto fare completa chiarezza sui termini di quel “patto fondativo” della nostra Nazione: ci aiuterà a capire come mai da noi dopo 150 anni non è successo quello che in Germania è successo dopo appena 20 anni!

Questo spiega il grande successo editoriale del libro di Pino Aprile: più di sette milioni di copie vendute, una ventina di ristampe in meno di un anno.

Noi del Sud gli dobbiamo molto, ci aiuta a fare giustizia delle umiliazioni, discriminazioni, intolleranze subite dai nostri emigrati nel mondo ed al Nord dell’Italia, ci aiuta a riconquistare orgoglio e dignità.

7 risposte a Comunicato Ass.Sacco&Vanzetti:presentazione del libro Terroni di Pino Aprile

  1. un jovane scrive:

    Ma fatemi capire, fate venire Pino Aprile a Torremaggiore?
    O è solo una recensione “politica”?

  2. ametta scrive:

    Pino Aprile in carne ed ossa viene, viene perché l’ho chiamato io.

    Michele Ametta

  3. un jovane scrive:

    Uè…che modestia!

  4. Recentemente ho moderato a Celenza Valfortore un bel dibattito a cui è intervenuto anche Pino Aprile. Spero che la gente intervenga numerosa anche a Torremaggiore. Si tratta d’un relatore che accende molto gli animi e ha molte cose interessanti da raccontare.

    Il libro è molto bello.

    • ametta scrive:

      Speriamo che ci sia partecipazione, è un opportunità per Torremaggiore averlo.

      Michele Ametta

      • Federico scrive:

        Sono d’accordo con Gengj e Ametta. Però MIchè un pò più di modestia, giustamente notata anche da Jovane, non ti “guasterebbe”… anche se per guastarti ancora è quasi un’impresa! Questa volta lo dico scherzando ovviamente…

        Federico

      • ametta scrive:

        Non volevo mancare di modestia, ho soltanto detto la verità.

        Michele Ametta

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: