Piano Attuativo ASL 2009-2011:ecco cosa era previsto per l’Ospedale San Giacomo

Dopo l’ennesima riconversione del Presidio Ospedaliero San Giacomo di Torremaggiore che prevede la disattivazione dello stesso entro il 31/12/2010 secondo la delibera regionale del 15/12/2010, segnaliamo ai visitatori la lettura del Piano Attuativo ASL 2009-2011 il documento di pianificazione strategica aziendale , strumento di riferimento per attuare gli obiettivi di breve periodo.

null

Si legge con estrema chiarezza ( da pag. 135) che è previsto il potenziamento del Punto di Primo Intervento di Torremaggiore per evitare il congestionamento del Pronto Soccorso di San Severo, attraverso nuovi macchinari per la teleradiologia e la telecardiologia attivando anche laboratori d’urgenza ( P.O.C.T) affidati direttamente ai componenti le equipes dei P.P.I. ove non siano già presenti, in loco, laboratori d’analisi. Questo intervento avrebbe consentito una ottimizzazione della struttura torremaggiorese a beneficio della città federiciana e delle realtà limitrofe (San Paolo di Civitate, Serracapriola, Chieuti, Casalnuovo Monterotaro, Casalvecchio di Puglia e Castelnuovo della Daunia), offfendo un servizio qualitativo alla collettività.

Tutto questo NON è avvenuto anche se dopo il Consiglio Provinciale del 28/12/2010 e la partecipazione dei sindaci al tavolo sanitario tecnico istituzionale per oggi 10 gennaio 2011 si auspica ad un ripensamento da parte dell’Assessorato alla Sanità della Regione Puglia.
Con le riforme Bindi e Bassanini degli anni novanta le competenze del Ministero della Sanità a livello centrale rimaste sono veramente poche, anche per la ulteriore modifica dell’art. 117 Cost. che demandò completamente le competenze di organizzazione sanitaria alle Regioni (riforma del Titolo V della Costituzione, costituzionalizzando quanto già fatto anni addietro con legge ordinaria ad opera dei governi dell’Ulivo).

Il Documento ufficiale è tratto dal sito ufficiale dell’ ASL FG ( www.aslfg.it )
PIANO_ATTUATIVO_2009_2011

Ripercorriamo la cronistoria della lenta agonia del San Giacomo – Torremaggiore.Com

Approvata all’unanimità da parte del Consiglio Comunale di Torremaggiore la controproposta per evitare la chiusura del Presidio Ospedaliero San Giacomo – Torremaggiore.Com

Entro il 31 dicembre 2010 la Regione Puglia chiuderà il San Giacomo: ecco la delibera – Torremaggiore.Com

11 risposte a Piano Attuativo ASL 2009-2011:ecco cosa era previsto per l’Ospedale San Giacomo

  1. Federico scrive:

    Carissimo staff di Torremaggiore.com vi ringrazio per la puntualizzazione sulla questione importantissima del futuro del presidio Ospedaliero e del relativo Pronto-Soccorso (P.P.I.) di Torremaggiore.

    Nel precedente post infatti ho illustrato cosa prevede il P.A.L. (Piano Attuativo Locale) per questo distretto sanitario e sono contento che è stata raccolta da Voi in maniera professionale il mio sprono ad informarsi e a leggere tale documento redatto da alcuni dirigenti sanitari.

    Un’appunto però devo farvelo. Avete messo molto in evidenza il fatto della competenza totale in materia sanitaria della Regione secondo il decentramento dei poteri, e fin qui tutto giustissimo. Però non avete detto che lo stanziamento dei fondi relativi anche alla Sanità è ancora in “mano” al Governo!!! E bisogna quindi anche dire che lo stesso Governo, solo per avere colore politico diverso da quello della Regione ed inoltre per il fatto che all’interno del Governo c’è un partito sempre più forte che si chiama LEGA e che ovviamente i SOLDINI LI FA’ STANZIARE SOPRATTUTTO AL NORD!!!! Siete andati a vedere quanto è stato dato in termini di soldini per la Sanità Pugliese ed invece quanto è stato dato ad esempio al Veneto??????????? E il Veneto in termini di estenzione territoriale ed in termini di popolazione è molto più piccolo della Puglia….. andate, leggete e poi scrivete! Grazie.

    Federico

  2. Federico il riferimento normativo alla Sanità non voleva essere motivo di polemica, ma di precisione informativa. Le Regioni hanno ampi poteri in materia sanitaria dopo la riforma del titolo V della Costituzione Italiana. I trasferimenti da Stato a Regioni nel Fondo Sanitario Nazionale sono erogati con degli indicatori che non conosciamo,quindi scrivere senza sapere i particolari non credo sia opportuno. E’ palese che sia la politica a scegliere a livello nazionale e regionale su dove far arrivare i suddetti fondi, ma non siamo nella condizione di esporre giudizi perchè non conosciamo gli indicatori e la metodologia utilizzata per l’erogazione. Detto ciò ognuno è libero di esprimere positività,negatività o astensione su questi temi.

    Saluti

    Il moderatore Torremaggiore.Com Staff

  3. Federico scrive:

    Appunto non essendo in grado di sapere/valutare tali indicatori mi sembrava, da come avete posto la questione inerente il trasferimento di poteri, “leggermente” tendenziosa…. questo ovviamente è il mio personale parere.

    Federico

  4. La Riforma Costituzionale del 2001 ha visto il passaggio di competenze dallo Stato alle singole Regioni.Questo è un riferimento normativo e non tendenzioso (da quando il riferimento ad una legge dello Stato è sinonimo di tendenziosità ???). Sugli indicatori per valutare i trasferimenti dallo Stato centrale alle singole Regioni sei tu che hai citato il Veneto e la diversità di trattamento rispetto ad altre regioni più svantaggiate, esprimendo un giudizio. Scrivere nel 2011 che la Sanità è di competenza delle Regioni per quel che riguarda l’organizzazione dei territori NON è tendenzioso ma un FATTO reale. (La Riforma ha esattamente dieci anni!)Sono a disposizione anche per ulteriori chiarimenti privatamente attraverso l’indirizzo mail.

    Saluti


    Il moderatore Torremaggiore.Com Staff

    • Federico scrive:

      Rileggiti bene il tuo intevento e come lo hai “modulato” nelle righe finali e capirai la “tendenziosità”!

      Saluti

      Federico

      • Non è tendenziosità ma riportare quello che è realmente successo da chi governava in quel momento. Se poi vuoi fare una polemica futile ed attaccare è un altro discorso, parliamo di cose estremamente differenti.

        Saluti
        Il moderatore Torremaggiore.Com Staff

  5. enzo quaranta scrive:

    Carissimi amici dello staff, la direzione generale dell’ASL, di concerto con la direzione sanitaria dell’Ospedale di San Severo, al contrario di quanto previsto nel documento sopra citato, continuano a smantellare il nostro ospedale. Con lettera datata 09 gennaio, gli autisti del punto di primo intervento di Torremaggiore sono stati traferiti TUTTI a San Severo, senza alcuna valida ragione e continuando a creare nuovo disagio anche per i pazienti ancora ricoverati a Torremaggiore. Seppur la mia indole culturale e politica ritiene la concertazione un valido strumento, ora mi sono letteralmente scocciato di questa gentaglia che governa davvero la sanità. Credo che il Dott. Castrignanò debba spiegare le ragioni di tanto accanimento contro Torremaggiore e credo che i Torremaggioresi dovrebbero accanirsi nello stesso modo (con metodi democratici) contro questa gente. Spero che questo sedicente signore torni al più presto nella sua terra natale a dare un contributo di distruzione anche li. E credo che Vendola o decide di fare il governatore della Puglia, o di fare il leader del suo partito e candidarsi alle primarie per la leaderschip nazionale. Perchè così non va proprio….. 5.000.000,00 di euro di lavori effettuati all’ospedale di Torremaggiore nell’ultimo quinquennio. Chi ha fatto queste programmazioni??? chi pagherà per questi danni causati??
    Enzo Quaranta

    • pinocchio scrive:

      oltre a vendola non dimenticare il tuo compagno di partito Marino, che dopo aver preso un botto di voti a torremaggiore grazie all’impegno e al lavoro tuo e di molti altri esponenti validi del pd( lo dico senza ironia) si è dimenticato del nostro paese. per il resto condivido in pieno la tua analisi.

  6. Zaratusta scrive:

    Egregio signor Quaranta,
    vedo con piacere che stà incominciando ad uscire fuori dal guscio partitico e “dell’ego” personanle.Ricordo che lei un pò di anni fà aveva incominciato, insieme al signo Ennio Marinelli, un processo di rinnovamento del suo partito che poi ha tralasciato per mettere al centro quel famoso EGO. Mi sembra che in questo momento di particolare difficooltà per la nostra Comunità Lei possa finalmente tornare a fare squadra, in maniera sincera e senza preconcetti, con Marinelli e con quelli come lui che vivono la plitica come SERVIZIO per la Comunità. Mi risulta che ieri mattina Marinelli sia stato l’unico che si sia recato presso il Presidio Ospedaliero per cercare di dare delle risposte al personale che era stato così brutalmente informato del trasferimento.Mi rivolgo a tutti i POLITICI DI TORREMAGGIORE non vi sembra arrivato il momento di darsi da fare per la vostra COMUNITA’?
    così parlò ZARATUSTA

  7. Francesco Battaglia scrive:

    Quaranta parla a nome personale o a nome del PD ?
    Cmq un plauso a te, i parrucconi asl degli altri partiti LEGGONO ma se ne fregano, almeno tu rispondi!

  8. u zanzn scrive:

    Enzo, quello che scrivi qui è corretto, ma non basta.
    perchè non viene presa una posizione ufficiale? Non la pretendo dal sindaco, che quello finora non ha detto una parola, figuriamoci se parla ora, ma almeno da voi.
    la verità è che in regione non abbiamo nessuno a difenderci. Ti rivolgi ai cittadini, ma i rappresentanti eletti dai cittadini dove sono? che fanno?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: