Il Sindaco Ciancio il 21 gennaio in Commissione Sanità a Bari

Segue comunicato stampa ufficiale dell’Ufficio Stampa del Comune di Torremaggiore, tratto dal sito istituzionale.

Il Sindaco di Torremaggiore Vincenzo Ciancio

Il Sindaco di Torremaggiore Vincenzo Ciancio

Il Sindaco di Torremaggiore, Vincenzo Ciancio, è stato invitato, insieme agli altri sindaci coinvolti nella riforma dell’assetto ospedaliero e della sanità pugliese, alla riunione della I Commissione e della III Commissione in seduta congiunta che si terrà a Bari il prossimo venerdì 21 gennaio alle ore 10,30 in via Capruzzi presso l’aula del Consiglio.
Sono diversi i punti all’ordine del giorno della commissione tra i quali citimo i primi tre: 1) “Piano di rientro e di riqualificazione del sistema sanitario regionale 2010/2012 – regolamento riordino della rete ospedaliera della regione Puglia per l’anno 2010”. 2) “Regolamento di riordino della rete ospedaliera della regione Puglia per l’anno 2010. rettifica”. 3) “Il distretto e le cure primarie”, presa d’atto del regolamento regionale di organizzazione del distretto sociosanitario”

La situazione dei nosocomi di Capitanata, è ancora tutta in divenire e, il Sindaco di Torremaggiore Vincenzo Ciancio, preoccupato da alcune voci su possibili smobilitazioni di atttrezzature e personale dall’Ospedale San Giacomo ancora prima dell’applicazione definitiva del piano regionale, ha inteso inviare, questo pomeriggio, al Presidente Vendola, all’Assessore Regionale Fiore e al Dg della ASL/FG Castrignanò un telegramma il cui testo riportiamo di seguito:

null

“OGGETTO: Piano di riordino ospedaliero. Ospedale di Torremaggiore. Richiesta urgente d’incontro.

In relazione alle allarmanti notizie riguardanti trasferimenti di personale e attrezzature dall’Ospedale di Torremaggiore, chiedo con urgenza di essere ricevuto per chiarimenti in merito. Sottolineo che azioni tese a privare la nostra struttura di risorse nel mentre si discute del Piano di riordino oltre ad essere ingiustificate, creano tensioni nella popolazione e rischiano di vanificare gli sforzi che l’assessorato regionale con molto impegno sta attuando nell’adozione di soluzioni condivise con il territorio.
Il Sindaco
Vincenzo Ciancio ”

Più o meno dello stesso tenore la comunicazione diffusa, anche su Facebook, oggi pomeriggio dal Consigliere Regionale Dino Marino, Presidente della commissione regionale Sanità, che chiede all’Assessore Fiore di “scioglere l’enigma” sul perché si stanno chiudendo i reparti con semplici ordini di servizio e ancor prima che le decisioni definitive vengano prese, tenendo conto che la chiusura prevista da parte delle ASL dei vari reparti deve avvenire dopo il 15 febbraio. L’esponente politico si chiede perché tanta fretta e se lo chiede anche il Sindaco di Torremaggiore. Vincenzo Ciancio. Pare ci sia stato un ordine di servizio che impone di trasferire la U.O.D.M.A.R. da Torremaggiore a San Severo, dove, addirittura, i lavori non sono ancora ultimati.

Eppure solo lunedì dai lavori della terza commissione erano venute fuori proposte migliorative dei provvedimenti già presi quali ad esempio la riconversione in struttura intermedia (degenza specialistica, lungodegenza, Hospice, RSA, DH, Day Service riabilitazione specialistica) connessa ad ospedali di I e II livello ed poliambulatori distrettuali, degli stabilimenti dismessi di Monte Sant’Angelo, San Marco in Lamis e Torremaggiore.
A queste proposte il Sindaco di Torremaggiore ha chiesto che per Torremaggiore venga salvaguardata anche la struttura del Punto di Primo Intervento proprio perché la sanità deve restare al servizio del cittadino e tenendo conto che, tale struttura, non ha nulla a che vedere con il piano di riordino ospedaliero.

13 risposte a Il Sindaco Ciancio il 21 gennaio in Commissione Sanità a Bari

  1. Libero scrive:

    Ma non era andato il 10 gennaio?

  2. Federico scrive:

    FIN TANTO CHE SI PARLERA’ SOLTANTO NON SI OTTERRANNO RISULTATI… SI DARA’ SOLO FUMO NEGLI OCCHI DEI CITTADINI E NIENT’ALTRO!!!
    CI VOGLIONO I FATTI!!!!!!!!!
    BISOGNA MOBILITARSI!!!!!!!!!
    SONO 3 MESI CHE DICO AL SINDACO, A TUTTI I CONSIGLIERI E AGLI ASSESSORI CHE DEVONO MUOVERSIIIII!!!!

    DEVONO FARE PRIMA DI TUTTO QUELLA SANTA DENUNCIA ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA COSì FARANNO CAPIRE AI VERTICI ASL CHE NON SCHERZANO E CHE NON SONO DEI PAPPAMOLLE!!!!!!!!! POI SEMPRE IL SINDACO E TUTTI I CONSIGLIERI MOBILITARSI ANDANDO A BARI!!!!
    E POI VERRANNO SUPPORTATI DA TUTTI I CITTADINI!!!

    Solo con i fatti in Italia si ottengono i risultati, si ottengono i DIRITTI!!!!
    Altrimenti si fà solo demagogia pura!

    FATTI NON PUGNETTE!!!

    Federico

  3. u zanzn scrive:

    U Madonn e k vo iess.

  4. Giorgio Castriota Scanderberg scrive:

    Si ribadisce quello che è stato detto…come finirà?

  5. Alessandro scrive:

    Voglio ricordare al Sig. Sindaco di Torremaggiore che la struttura del Punto di Primo Intervento è stata chiusa dal 12 luglio 2010 e mai più aperta, che come specchio per le allodole, hanno spostato la postazione del 118 nel sito destinato a tale struttura, dove quando non chiamata in urgenza sosta un autoambulanza che fa credere al cittadino sprovveduto che ci sia ancora un servizio di Primo Intervento in funzione, vedere per credere…… e delle notizie su spostamenti di personale dal presidio di torremaggiore sono veritiere, vedi gli autisti, vedi i tecnici di laboratorio, sarebbe ora di aprire gli occhi e non farsi prendere in giro….. alla cittadinanza serve una guida per la mobilitazione non nascondiamoci dietro scrivanie e false promesse … comunque alcuni cittadini sapranno farsi rivalere al prossimo voto che prima o poi arriva.

  6. ermes scrive:

    CIANCIO SE AI I COSIDETTI METTILI FUORI O VATTENE A CASA , PERCHE’ STAI PORTANDO IL PAESE ALLA DERIVA INSIEME A QUEL SIG.RE DEL 10%. ALTRIMENTI APRITE IL BALCONE E SAPETE QUELLO CHE DOVETE FARE.

  7. Zaratusta scrive:

    ciancio i cosiddetti non li tira fuori perchè fà freddo..!!!!!!!!!!

  8. CITTADINO scrive:

    iO INVECE VOGLIO RICORDARE AL SIDACO, IL BEL CARTELLONE AFFISSO SOTTO IL COMUNE A LUGLIO E RIMASTO IN BELLA MOSTRA PER UN MESE DOVE SI EVIDENZIAVA CHE GRAZIE AL SUO SAPER FARE AVEVA OTTENUTO PER LA NOSTRA TORREMAGGIORE IL PUNTO DI PRIMO INTERVENTO. BUGIARDO. FAI LA COSA BUNA PER IL PAESE, CHE HA BISOGNO DI UNA SCOSSA E DI GENTE ATTIVA. TORNA A CASA CIANCIO

  9. Gentili utenti,
    i concetti possono essere espressi anche con toni PACATI, senza utlizzare parole poco adatte per definire rappresentanti delle istituzioni, sebbene ci possano essere delle non condivisioni sulla politica amministrativa.

    Vi invito quindi a moderare il linguaggio ed il tono!

    Il Moderatore

  10. costanzo di iorio scrive:

    Siamo alla stretta finale, io domani sarò a Bari come sempre a difendere quel poco che oramai è rimasto a Torremaggiore.
    Ciancio non è il mio sindaco e fidatevi quando vi dico che non ha le possibiltà di difendere il nostro ospedale. In questi giorni ho evitato di sparare sui morti, ma che adesso si arrivi addirittura a leggere comunicati stampa del Sindaco relativi all’ospedale è GROTTESCO!
    Abbiamo la completa ingovernabilità del paese, la completa incapacità amministrativa,la solita storia degli aiuti ai soliti amici,la gran faccia tosta di dire che “va tutto bene”.
    Caro Sindaco come hai potuto vessare i tuoi cittadini con l’emissione delle cartelle esattoriali assolutamente inique?
    Sappiate che si è costituito un comitato “SERIO” per combattere lo sfregio tassistico in atto e chi vuole avere informazioni si può rivolgere presso la nostra sezione dell’UDC dove nessuno vi chiederà soldi e vi racconterà frottole.
    Il nostro scopo è solo quello di essere dalla parte del cittadino e di difendere i nostri sacrosanti diritti!
    E’ arrivato il momento di difenderci da questo scempio, allora domani a Bari guerra ai padroni della sanità e, da dopodomani, guerra ai faciloni dell’amministrazione comunale.
    Ci sono gli estremi per una querela per danni morali e materiali ed occorre non fargliela passare liscia!
    Cosa costava al Sindaco convocare i responsabili delle coperative per transare un accordo tenendo presente che non è colpa nostra se il comune non ha mai voluto incassare quelle somme che da piccole sono diventate enormi?
    Siete ancora in tempo caro Ciancio ed amichetti vari convocate i cittadini e trovate una soluzione GIUSTA a questa faccenda indecorosa.
    Forse è il caso che vi si spieghi che la GEMA non è assolutamente autorizzata a porre ipoteche in virtù di mancati pagamenti, anche perchè non si tratta di tributi evasi , ma di competenze che si incassano prima di avere le autorizzazioni a costruire.
    Allora il nostro fine ultimo è : L’OSPEDALE RESTA E CIANCIO PARTE !

  11. mascalzone scrive:

    di iorio prendo atto che il sindaco per cui hai fatto votare al ballottaggio non ti piace piu: se fossi onesto dovresti ammettere l’errore e quindi ne riparleremmo.
    quanto al peep vai a pagare cosi come gli altri!il comune sta verificando eventuali errori ma resto ferma la questione che dovete pagare!!!!
    ma tu non lavori mai? vai a bari per ‘ospedale vai di la vai di qua.classico dipendente pubblico?

    • Federico scrive:

      Concordo in pienissimo con Mascalzone.
      Quelle cartelle derivano da debiti delle suddette COOPERATIVE che non hanno pagato!!!
      Perchè 15.000 cittadini devono pagare per fare la propria casa e gli altri 2.000 no???? Eh caro Di Iorio vuoi spiegarlo agli altri 15.000 citttadini????
      QUEI CITTADINI CHE ORA SI VEDONO RECAPITATE QUELLE CARTELLE DOVREBBERO IN PRIMIS CHIEDERE A CHI PRESIEDEVA LE LORO COOPERATIVE COME MAI NON SONO STATI FINITI DI PAGARE GLI ONERI (che voglio ricordarti caro Di Iorio possono essere rateizzati… quindi hanno pagato le prime rate, hanno avuto le concessioni e poi buona notte ai cantatur…)!!!!!!
      PER QUANTO RIGUARDA INVECE LA QUESTIONE COSTO DEI TERRENI, QUELLO DERIVA DA UNA SENTENZA EMESSA NEL 2007 SUL RICORSO DEI PROPRIETARI DEI TERRENI ESPROPRIATI!!!! QUINDI ANCHE Lì IL COMUNE NON C’ENTRA!!!! ANZI C’ENTRANO I SINDACI PRECEDENTI CHE SE NE SONO FOTTUTI!!!

      LE SUDDETTE CARTELLE SONO STATE PREPARATE DALLA PRECEDENTE AMMINISTRAZIONE AVENDO AVUTO IL DICTAT DA PARTE DELLA CORTE DEI CONTI!!!!

      QUINDI CARO DI IORIO NON VENDERE CHIACCHIERE PER FAR VEDERE CHE SEI BRAVO, BELLO E BUONO!!!
      LE COSE RACCONTALE DICENDO LE VERITA’!!!!

      Federico

      • Federico scrive:

        Dico di più e preciso che i cittadini che si sono visti recapitare le cartelle dovrebbero capire per prima cosa se sono stati commessi errori nel calcolo della propria quota da pagare (errori ovviamente possono essere stati commessi ed è giusto che il cittadino controlli se è tutto a posto), dopo aver appurato che non ci sono errori, concordi con il COmune la possibilità di rateizzare tali somme, E INFINE FACCIA CAUSA A CHI PRESIEDEVA LA COOPERATIVA PER NON AVER ASSOLTO AL PAGAMENTO DELLE SOMME DOVUTE COME ONERI (ovviamente se però egli stesso le ha pagate alla Cooperative… altrimenti è lui il primo insolvente)!!!
        Per quel che riguarda il costo dei terreni, su quella parte ovviamente chi presiedeva le Coop. non ha alcuna responsabilità, derivando queste somme dalla sentenza per il ricorso fatto dai proprietari terrieri sulla questione esproprio.

        Federico

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: