Volantino politico di Peppino Lamedica “Arriba Silvio”

Pubblichiamo il volantino realizzato dal torremaggiorese Peppino Lamedica “ARRIBA SILVIO”, la responsabilità del contenuto riportato nel volantino è dell’autore.

ARRIBA SILVIO

27 risposte a Volantino politico di Peppino Lamedica “Arriba Silvio”

  1. Libero scrive:

    Peppì ritorna sul ciancesco lo preferiamo di più🙂

    • Federico scrive:

      Infatti Peppì forse ti conviene anche perchè stai sparando delle mega-stronzate!

      Forse all’estero il favoreggiamento della prostituzion minorile non è reato… MA QUI IN ITALIA SI’!!! E dato che è presunto perchè non si presenta dai giudici?

      Altra domanda Peppì: se tu avessi una figlia LA MANDERESTI AI FESTINI ????

      Federico

      • Peppino Lamedica scrive:

        Hai ragione, come dici, l’ho fatta mega, l’ho fatta grossa: ho propinato una “bufala” e tu hai abboccato. Infatti, prendendo tutto quello che avevo scritto per oro colato, hai ritenuto che quel tifo pro Silvio dei “corazones de fuego” fosse vero e si giustificasse perché (come hai scritto) “forse all’estero il favoreggiamento della prostituzione minorile non è reato”. Però, non tutto quel che ho scritto è prodotto fetente di una mega evacuazione. In quel volantino, infatti, le citazioni, da me sì decontestualizzate ma non inventate, sono vere e nel prossimo volantino ne potrai scoprire le paternità.
        Peppino Lamedica

      • Peppino Lamedica scrive:

        Per l’ignoto Federico.

        Avevo scritto, nella mia replica precedente, che il volantino “Arriba Silvio” era una “bufala” e che delle citazioni (quelle sì vere) in esso riportate ne avrei svelato le paternità nel successivo volantino. Eccomi qui ad onorare l’impegno e, così come ho fatto con FLI anch’egli vittima della mia beffa, allego il volantino dal titolo “Contrordine compagni”.

        CONTRORDINE COMPAGNI

        “Contrordine, compagni!”, era il titolo delle vignette con le quali Giovannino Guareschi, il papà di Peppone e don Camillo, sul settimanale satirico Candido metteva alla berlina i militanti del PCI, che egli chiamava i “trinariciuti”, per la loro obbedienza pronta e cieca riservata agli ordini impartiti dal partito, anche a quelli più strampalati. In quelle vignette Giovannino descriveva le buffe situazioni in cui i “trinariciuti” si imbattevano ogni qualvolta, per un errore tipografico, veniva diramato un ordine sbagliato. Per l’appunto, nella vignetta sopra riportata si vede un militante che accorre gridando per avvisare dell’errore tipografico gli altri due che stanno agghindando con delle luminarie un maiale. Infatti, sull’ordine pervenuto dalla segreteria provinciale era stato scritto, erroneamente, “illuminare ed addobbare il porco” invece che il “parco” in cui si sarebbe svolta la festa de l’Unità e del partito.
        Ora veniamo a noi e, “candidamente”, confesso: nel mio precedente volantino, dal titolo Arriba Silvio, mi sono divertito ad inventare un club ispanico (che non c’è) di sostenitori di Silvio, omettendo anche di indicare la paternità delle frasi lì citate. Mi intrigava vedere le reazioni che la loro lettura avrebbe suscitato. Pertanto, a beffa compiuta, ora sono io a dire “contrordine compagni”. Gli ispanici fan non esistono. Coloro che quelle frasi hanno detto sono italiani, e che italiani. I loro nomi qui sotto potrete leggere.
        “Adesso dobbiamo proteggere Silvio. Perché lui, sia chiaro, resta al suo posto”. (Romano Prodi)
        “Silvio è una persona straordinaria che è stata sottoposta ad una aggressione barbara e inaudita”. (Walter Veltroni)
        “ Silvio ha tutta la mia solidarietà personale e politica. E’ del tutto evidente che siamo di fronte alla costruzione di un caso per gettare fango su di lui e sul ruolo che attualmente ricopre”. (Dario Franceschini)
        “Improponibile che uno Stato di diritto vada a mettere il dito sulle abitudini sessuali dei cittadini. Io valuto Silvio per quello che è come persona e per come svolge il suo ruolo. Sotto le lenzuola non intendo andare a vedere quello che fa”. (Antonio Di Pietro)
        “Sono fiumi di fango fatti scorrere ad arte”. (Piero Fassino)
        “Vergognoso scandalismo mediatico”. (Fabio Mussi)
        “Disgustoso gettare nel tritacarne anche le vittime di ricatti”. (Gianfranco Fini)
        “Disgusto per chi usa la stampa per tentare una lapidazione in pubblico”. (Francesco Rutelli)
        Cari blogger, che mi avete ricoperto di improperi per quel mio precedente volantino, non fate come i “trinariciuti” di guareschiana memoria. Non prendete alla lettera le frasi dei capi sopra citate. A nessuno di voi passi per la mente ora di tessere le lodi del Silvio d’Arcore. Il Silvio di cui qui si parla non è lui ma è Silvio Sircana, il portavoce di Prodi. Era marzo del 2007 e quel Silvio venne fotografato mentre un trans abbordava .
        Per quel Silvio tutti in coro a testimoniargli solidarietà. Poveretto, lì per caso si era trovato e non c’era immoralità. Non con una escort, ma con un trans lui parlava; il che non lo disonorava.
        Se condividi fotocopia e diffondi Stampa e diffusione a cura di Peppino Lamedica 30012011

        p.s. non sono riuscito, per la mia modesta dimestichezza con il computer, ad allegare anche la vignetta di Giovannino Guareschi della quale scrivo nel volantino.

    • Peppino Lamedica scrive:

      Sul “ciancesco” penso di avere scritto parecchio, dal 3 aprile e fino al 25 settembre dello scorso anno. Ben 18 volantini, nel corso di 6 mesi. E qui ne rammemoro soltanto alcuni: “L’anatra zoppa”, “La grande ammucchiata”, “Il grande inciucio”, “L’anatra giuliva”, “Marionette, pupi e burattini”, “ O’ pernacchio”, “Pascolo abusivo” e “La transumanza”. In quello stesso torno di tempo, però, i grandi attori della politica nostrana tacevano. Loro, nell’ombra e nel silenzio, trescavano; io, da inguaribile guitto, nelle strade con i miei volantini ai concittadini parlavo. Avevo previsto, inascoltato e da qualcuno anche deriso , un futuro di instabilità amministrativa per Torremaggiore. Infatti le continue fibrillazioni a cui è soggetta l’ammucchiata “cianvitasca” -(concedimi l’acrostico neologismo, frutto della ibridazione dei cognomi dei due “primi inter pares” )- insediatasi a palazzo di città ne sono la conferma. Comunque, stanne pur certo, in futuro, non so quando, ritornerò sui temi locali.
      Peppino Lamedica

      • Federico scrive:

        Ma che avevi previsto? Sei per caso un “vegente” anche tu????????
        Ma per favore….
        Peppì toglimi una piccola curiosità, come mai i tuoi volantini sono iniziati a comparire durante la campgna elettorale????? Prima dov’eri??? Ti piaceva forse quello che ha fatto l’Amministrazione precedente????
        Ricordo che durante la campgna elettorale ne dicevi di cotte e di crude contro il Centro Sinistra… poi di punto in bianco contro il Centro Destra… e ora contro il Sindaco Ciancio!!! Ma mi viene un dubbio a questo punto: DATA LA TUA “ASSENZA” NELLA PRECEDENTE AMMINISTRAZIONE, NON E’ CHE PER CASO PERCHE’ NON E’ USCITO QUALCUNO DA TE “BEN VISTO” ORA STAI “ULULANDO”????????????

        Così solo per sapere…

        Federico

      • Federico scrive:

        …continuo a chiedermi come mai quando c’era la precedente Amministrazione Di Pumpiana, che ha governato per 8 lunghi anni, tu non scrivevi nulla? E ti ricordo il RIBALTONE CHE FECE…. E TU NO SCRIVESTI NULLA!!! MAH….

        Come avremmo allora duvuto chiamare quell’Amministrazione secondo i tuoi neologismi: CANGURESCA??? DESTRORSA??? SINISTRORSA???? Dimmelo tu che sei bravo a coniare questi termini così “simpatici”…

        Federico

  2. Geremia scrive:

    toglieteli quel computer per favore!

    • Peppino Lamedica scrive:

      Vorresti farmi tacere sottraendomi il computer ? Bel democratico che sei! Il computer è mio e me lo gestisco io.
      Peppino Lamedica

  3. cyber scrive:

    meee!!….peppì!!…e bast!!…mo lo facciamo santo! prendiamolo ad esempio!….quello prima sparisce dalla circolazione e meglio sarà per tutti!!…siamo DERISI all’estero! xke in italia non esiste più VERA politica! e questo è contribuito anke dal caro silviuccio!

    • Peppino Lamedica scrive:

      Mi consenta di dissentire. “e questo è contribuito anke dal caro silviuccio” corrige con “a questo ha contribuito anche il caro silviuccio”.
      Peppino Lamedica

      • cyber scrive:

        peppì!!..ke fai pure il modesto professore mo?..le forme sono corrette tutt’e 2! a me piace la prima perche attribuisce la causa maggiore al caro silviuccio!! nelle tue risposte mi pare di sentire il rumore delle dita che strisciano sugli SPECCHI!!!…

    • Ingenuo scrive:

      passato prossimo di attribuzione di causa maggiore del verbo contribuire:
      io sono contribuito
      tu sei contribuito
      egli è contribuito………….
      ma siiiii!!!!!!!

  4. iddu scrive:

    ma lo conoscete a peppino?! e allor…

  5. FLI scrive:

    Caro peppino, ti consiglio di fare come il tuo amico cybernauta, che prende il cyalis per mantenere in efficienza i neuroni del suo cervello, tu potresti usarlo per dire meno minchiate. Il sito che acclama il caro Silvio (come dici tu di natura ispanica), potrebbe essere di nazionalità dove il sesso e la prostituzione, sopratutto minorile, la fa da padrona come la columbia, il brasile,venezuela, il perù ecc…
    Ho sempre letto con molto piacere i tutoi volantini, ma adesso hai esagerato………troppo Cyalis?

    • Peppino Lamedica scrive:

      Il Cyalis, non per il cervello, ma per ben altro serve . Infatti, lo utilizzano, per migliorare le loro performance amatorie, coloro che si recano per turismo erotico in quei paesi -(Columbia, Brasile, Venezuela. Perù ecc..)- dove, avendo abboccato anche tu all’amo come Federico, hai individuato la location dell’inesistente sito dei “corazones de fuego”. Leggendo il mio prossimo volantino “Contordine” scoprirai la mia “bufala”.
      Peppino Lamedica

      • FLI scrive:

        Vedo che sei molto informato su sto “farmaco miracoloso”, comunque il tuo atteggiamento sa molto di Emilio Fede…..auguri!

    • Peppino Lamedica scrive:

      Caro FLI,
      purtroppo hai toppato nel commentare il mio volantino-beffa (è carnevale). Hai abboccato in pieno e bevuto la storiella degli ispanici fan “corazones pro Silvio”, tanto da ipotizzare la nazionalità colombiana,brasiliana o peruviana per il loro fantomatico sito web. Al fine di dimostrare, a te ed anche a quanti hanno letto e leggeranno la nostra intercorsa corrispondenza,che quel mio “Arriba Silvio” è frutto sì di fantasia, ma che contiene anche delle verità ti allego in calce il mio ultimo volantno intitolato “Contrordine compagni”.
      Tralascio di dibattere sul “farmaco miracoloso” e sull’accusa di piaggeria, con i quali cerchi di svicolare e di addolcire lo smacco per la beffa subita. Non interverrò in futuro a replicare. Allego il mio ultimo volantino e ad maiora.
      Peppino Lamedica.
      CONTRORDINE COMPAGNI

      “Contrordine, compagni!”, era il titolo delle vignette con le quali Giovannino Guareschi, il papà di Peppone e don Camillo, sul settimanale satirico Candido metteva alla berlina i militanti del PCI, che egli chiamava i “trinariciuti”, per la loro obbedienza pronta e cieca riservata agli ordini impartiti dal partito, anche a quelli più strampalati. In quelle vignette Giovannino descriveva le buffe situazioni in cui i “trinariciuti” si imbattevano ogni qualvolta, per un errore tipografico, veniva diramato un ordine sbagliato. Per l’appunto, nella vignetta sopra riportata si vede un militante che accorre gridando per avvisare dell’errore tipografico gli altri due che stanno agghindando con delle luminarie un maiale. Infatti, sull’ordine pervenuto dalla segreteria provinciale era stato scritto, erroneamente, “illuminare ed addobbare il porco” invece che il “parco” in cui si sarebbe svolta la festa de l’Unità e del partito.
      Ora veniamo a noi e, “candidamente”, confesso: nel mio precedente volantino, dal titolo Arriba Silvio, mi sono divertito ad inventare un club ispanico (che non c’è) di sostenitori di Silvio, omettendo anche di indicare la paternità delle frasi lì citate. Mi intrigava vedere le reazioni che la loro lettura avrebbe suscitato. Pertanto, a beffa compiuta, ora sono io a dire “contrordine compagni”. Gli ispanici fan non esistono. Coloro che quelle frasi hanno detto sono italiani, e che italiani. I loro nomi qui sotto potrete leggere.
      “Adesso dobbiamo proteggere Silvio. Perché lui, sia chiaro, resta al suo posto”. (Romano Prodi)
      “Silvio è una persona straordinaria che è stata sottoposta ad una aggressione barbara e inaudita”. (Walter Veltroni)
      “ Silvio ha tutta la mia solidarietà personale e politica. E’ del tutto evidente che siamo di fronte alla costruzione di un caso per gettare fango su di lui e sul ruolo che attualmente ricopre”. (Dario Franceschini)
      “Improponibile che uno Stato di diritto vada a mettere il dito sulle abitudini sessuali dei cittadini. Io valuto Silvio per quello che è come persona e per come svolge il suo ruolo. Sotto le lenzuola non intendo andare a vedere quello che fa”. (Antonio Di Pietro)
      “Sono fiumi di fango fatti scorrere ad arte”. (Piero Fassino)
      “Vergognoso scandalismo mediatico”. (Fabio Mussi)
      “Disgustoso gettare nel tritacarne anche le vittime di ricatti”. (Gianfranco Fini)
      “Disgusto per chi usa la stampa per tentare una lapidazione in pubblico”. (Francesco Rutelli)
      Cari blogger, che mi avete ricoperto di improperi per quel mio precedente volantino, non fate come i “trinariciuti” di guareschiana memoria. Non prendete alla lettera le frasi dei capi sopra citate. A nessuno di voi passi per la mente ora di tessere le lodi del Silvio d’Arcore. Il Silvio di cui qui si parla non è lui ma è Silvio Sircana, il portavoce di Prodi. Era marzo del 2007 e quel Silvio venne fotografato mentre un trans abbordava .
      Per quel Silvio tutti in coro a testimoniargli solidarietà. Poveretto, lì per caso si era trovato e non c’era immoralità. Non con una escort, ma con un trans lui parlava; il che non lo disonorava.
      Se condividi fotocopia e diffondi Stampa e diffusione a cura di Peppino Lamedica 30012011

  6. pinocchio scrive:

    peppì se non lo facevi quiesto era meglio per tutti… ci manca solo che facciamo la statua al presidente del consiglio che invece di governare se ne va con le minorenni e telefona in questura ad un funizionario per difendere la sua amichetta dicendo che è la nipote di mubarak. altro che vittima e fango, silvio deve andare dai giudici, farsi processare e se ha le prove per confutare le tesi dei giudici deve mostrarle, altrimenti si ritiri ad arcore(sperando che non lo menano) a fare il nonno. l’italia ha bisogno di un governo che governi e non che faccia festini.

  7. cettolaqualunque scrive:

    peppino ti stimo!ma lascia perdere quest’argomento!stai perdendo punti a difendere il nonnino sporcaccione! ormai è in età pensionabile(e no da mò) quindi si ritirasse a vita privata nell’eremo di arcore e li si dia alla pazza gioia! siamo stufi della sua arroganza prepotenza presunzione! dice ke gli italiani lo amano xme non c’ha nemmeno un quarto degli italiani compreso la lega! l’italia sta andando a p…ilu!

  8. Pasquino scrive:

    Udite,Udite Gente(lasciate stare le cazzate di peppino)la sapete la novità?
    Forse no, ma è arrivato il vostro Pasquino per dirvela (se non la sapete).
    Qualche giorno fà una delegazione con i vertici del PD(segretario in testa)è andata a confabulare con l’odiato centro-destra.Questi signori(per modo di dire)vedendo che non riuscivano a quagliare con l’inciucio degli indipendenti e per non rimanere a bocca asciutta sono andati a leccare il centro-destra. ALLA FACCIA DELLA COERENZA(qui si vuole magnare a tutti i costi). Che ne dite cari mamalucchi benpensanti della vecchia guardia comunista?
    Io direi di andare a … Portobello!!!!!!
    arrivedorci da Pasquino…

  9. Geremia scrive:

    E questa da dove esce…?!
    Da Peppino all’uovo di Pasquino…
    guarda guarda che inciucino!
    Vogliamo le prove!

  10. MARIO MEROLA scrive:

    PACC’R E ABBRACC DINT A CASA MIAAAAAAAA!!!!!

  11. Pasquino scrive:

    LE PROVE CHIEDETELE AL SEGRETARIO DEL PD E ALLA SUA CRECCA

  12. Federico scrive:

    Pasquino non è che c’entri molto la questione interna al PD con il tema del post. Comunque tale questione l’ho sentita dire anche io. Bisognerà sapere se è vera chiedendo al Centro Destra.

    Federico

  13. camillo scrive:

    peppino vai avanti perchè questi sono tutti senza…..!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! questa gente non’è capace neanche di dire baaaaaaaaaa. continui peppe.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: