Comunicato del Presidente della Commissione Politiche del Territorio dott. Pasquale Monteleone

Pubblichiamo il comunicato stampa ufficiale del Presidente della Commissione Politiche del Territorio dott. Pasquale Monteleone (Capogruppo FLI al Consiglio Comunale di Torremaggiore).

Torremaggiore, 27 febbraio 2011

Oggetto: Approvato dalla commissione consiliare “Politiche del Territorio” nuovo schema di regolamento per l’affidamento in concessione d’uso delle aree pubbliche.

Continua il lavoro della commissione “Politiche del Territorio” da me presieduta.
Infatti, dopo le prime riunioni dedicate al tema dei lavori di riattivazione del campo sportivo comunale ed in attesa che si esauriscano in tempi brevi tutte le iniziative previste, nelle settimane scorse avevamo cominciato a lavorare sulla rivisitazione del regolamento per l’affidamento in concessione d’uso delle aree pubbliche del nostro Comune da destinarsi a specifica destinazione d’uso.
Dopo la esperienza di questi ultimi anni che ha visto nascere nella nostra cittadina tante iniziative volte a riqualificare e gestire pezzi di aree verdi e/o pubbliche non sempre, con l’esito auspicato, abbiamo inteso apportare delle sostanziali modifiche al precedente regolamento adottato con delibera n. 7 dal consiglio comunale del 28 febbraio 2008.
In particolare nel corso dell’ultima seduta del 21 febbraio scorso abbiamo licenziato una nuova bozza i cui punti salienti ed innovativi sono:
• uno specifico bando da adottare da parte dell’Amministrazione Comunale per la concessione di nuove aree pubbliche a privati, che consenta la partecipazione agli aspiranti gestori, in modo trasparente e con condizioni uguali di partenza;
• le finalità del nuovo regolamento atte a recuperare aree non adeguatamente attrezzate di proprietà del Comune le cui modalità di realizzazione, gestione ed uso saranno disciplinate con apposita convenzione;
• l’individuazione di aree e/o piazze cosiddette “ineleggibili”, cioè escluse dalla concessione in gestione a terzi, in quanto di elevato pregio ambientale e artistico;
• specifica disciplina della gestione e manutenzione del verde pubblico;
• le attrezzature finalizzate a parco giochi da adottare;
• i materiali e le tecnologie;
• tempi e modi di utilizzazione degli spazi pubblici concessi;
• la “liberalizzazione” della vendita dei fiori lungo i viali della Pineta Comunale, per quanti ne facciano richiesta, nei giorni antecedenti la Commemorazione dei Defunti, etc.
A questo punto lo schema di regolamento è pronto per essere portato in consiglio comunale per la definitiva approvazione.
Ancora una volta esprimo il mio più sentito ringraziamento ai colleghi consiglieri componenti, all’assessore al ramo ed ai funzionari del settore tecnico che hanno collaborato con spirito costruttivo e di servizio.
Prossimo appuntamento, l’analisi della situazione delle aree mercatali di Torremaggiore.

Il Presidente della Commissione
“Politiche del Territorio” dott. Pasquale Monteleone

8 risposte a Comunicato del Presidente della Commissione Politiche del Territorio dott. Pasquale Monteleone

  1. anonmo83 scrive:

    Giusto Monteleone, ma io aspetto notizie concrete per questa nostra Città, che è come mai noto a tutti e in mano a balordi, landruncoli e malviventi, e in qualunque altro modo senza FUTURO PER I GIOVANI …….

  2. massimo scrive:

    mentre lino e pochi altri nel loro piccolo lavorano, gli altri quelli che governano continuano a perdere tempo su chi deve fare l’assessore e chi no,su azzeramento si e azzeramento no.
    chi sta all’opposizione per quello che verifico fa quel che può: il problema è che fanno De Vita, Zifaro, Nirchio, Di pumpo, ciancio per citare alcuni che stanno in maggioranza?boh…..

  3. camillo scrive:

    massimo si vede che sei un bravo, lino non risolve i problrmi di questa città perchè lui non sa cosa significa la cosa pubblica. il sig. lino pensa che basta essere un bel ragazzo e saper dire chiacchire sul baldacchino, per poter fare domani quello che oggi fanno gli altri. ricordatevi che sino a quanto la troica non viene abbattuta questo paese andra sempre peggio. poveri giovani. il futuro per voi non’è esiste. ribellatevi ma seriamente finche siete in tempo.

  4. anonimo 80 scrive:

    Io invece credo , caro camillo, che dobbiamo partire da giovani come Monteleone e Manzelli che stanno comunque dando esempio di buona opposizione, anche se devo dire che il loro lavoro aimè è facilitato da questa orribilance amministrazione inciuciona e dalle persone che la compongono.

  5. Libero scrive:

    Camillo tu sei un vecchio parruccone della prima repubblica, saresti tu il futuro?

    La politica ti ha già dato, ora resta a casa (politicamente parlando)

  6. anonmo83 scrive:

    Hai ragione Camillo, io userei questo sito per invitare noi giovani a ribellarci in senso pacifico cioè manifestazione……. e un input

  7. massimo scrive:

    camillo cosa significa per te gestire la cosa pubblica? favorire negli appalti gli amici degli amici, fare sempre i moderati al volemose bene oppure stare dalla mattina alla sera davanti al comune o negli uffici a presenziare? perchè se è questo per te non lo è sicuramente per altri….
    abbattila tu la troica se ne hai la forza oppure dai suggerimenti anche a lino e ad altri volenterosi.
    poi dico: come fate a condannare prima di verificare? se quelli che stanno oggi fanno male perchè anche quelli che arrivassero dopo farebbero lo stesso?boh che modo improprio di ragionare.

  8. torrevecchia scrive:

    Caro Lino, pensi che l’affidamento delle aree pubbliche ai privati sia la cosa migliore per togliere l’incomodo al Comune di gestirle? Non hai pensato che così viene sottratto alla collettività l’uso di spazi pubblici per la ricreazione e lo svago? Devi sapere che una città è composta di spazi verdi dove tutti possono accedere gratuitamente e non come si sta facendo nella nostra cittadina dove gli spazi pubblici sono accessibili a pagamento. Ricordati che ogni cittadino ha diritto ad uno standard di spazi pubblici. Questi, fissati per legge, sono stati individuati dal Piano Regolatore che ne ha sancito l’uso pubblico. Peccato che alcuni amministratori “avveduti” stanno svendendo il patrimonio pubblico. Forse pensavano e pensano ancora di creare occupazione, vendendo a poco a poco i gioielli di famiglia?

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: