Il Coach della Nazionale Femminile di Basket è stato a Foggia il 19 maggio 2011

Nella mattinata di giovedì 19 maggio Giampiero Ticchi, Allenatore della Nazionale Femminile di Basket, ha partecipato in qualità di Relatore al Seminario di studio monotematico “Coaching – Vincere le sfide attraverso il lavoro di squadra” tenutosi presso l’Università di Foggia – Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Scienze delle Attività Motorie e Sportive.  Ha contribuito in modo determinante alla organizzazione dell’evento il torremaggiorese  Giovanni Rubino, Professore di Educazione Fisica e Responsabile giovanile della Cestistica San Severo.

unifgfip-05.jpg

Hanno preceduto il Tecnico, con saluti ed interventi introduttivi, il Presidente del Corso di Laurea in S.A.M.S. Prof. Pietro Fiore, il coordinatote tecnico dello stesso corso il prof. Luca Cangelli, la Dott.ssa Annamaria Petito, titolare della cattedra di Teoria Tecnica e Didattica degli Sport di Squadra, il Prof. Mario Buccoliero, Assistant Coach del Cras Taranto e Docente di pallacanestro presso l’Università di Foggia. La lezione è stata seguita da un centinaio di studenti con particolare attenzione e grande coinvolgimento.

Ticchi si è soffermato a spiegare una delle fasi più importanti del suo ruolo di allenatore, un aspetto che va al di là della componente tecnica e tattica.
“E’ fondamentale il lavoro di equipe – ha dichiarato il coach – perché sono convinto che uno staff compatto e organizzato sia alla base del successo di una squadra.

Nel mio intervento all’Università ho illustrato le varie fasi necessarie alla costruzione di un gruppo: per raggiungere la performance migliore vanno esaltati valori come la passione e l’attaccamento ai propri colori ma certamente alla base va stabilita un’organizzazione della struttura che preveda una precisa suddivisione delle competenze. Tutti devono sentirsi a proprio agio, non solo in campo. Gli obiettivi da raggiungere devono essere chiari e condivisi all’interno di tutto il gruppo di lavoro, la motivazione deve fare da guida e stimolare la squadra a superare le difficoltà per poter raggiungere i migliori risultati possibili. Nel mio gruppo di lavoro ideale, lo staff deve rimanere a completa disposizione della squadra, in ogni momento della stagione e dei vari raduni”.

Al termine dell’incontro con gli studenti, Ticchi ha fatto ritorno a Taranto dove nel pomeriggio ha guidato l’allenamento della Nazionale Femminile.

Tra le frasi colte dall’intervento di Coach Ticchi, una ha particolarmente colpito gli studenti: “State pur certi, il treno nella vita passa una volta, ma passa! Dovete esser pronti e bravi a saltarci su!”

E’ nato a Pesaro il 4 novembre 1959. I primi passi da allenatore li ha mossi nel campionato di Promozione, a Cattolica, squadra di cui è stato anche giocatore.
Successivamente è passato a Riccione, dove ha allenato fino al 1996 e ottenuto una promozione in serie C2.
L’anno seguente è in A2 sulla panchina di Rimini come assistente di Piero Bucchi. Nel 2000/01 gli viene affidato il ruolo di capo-allenatore, sempre in serie A1. Dal 2001 al 2003 è sulla panchina di Castelmaggiore, in Legadue, dove raggiunge la semifinale playoff e l’anno successivo inizia la stagione con la Virtus Bologna, che nel frattempo ha rilevato i diritti sportivi proprio da Castelmaggiore. Nel 2004/05 si cimenta nel ruolo di dirigente, sempre in Legadue ma a Osimo, in virtù della riconosciuta abilità nello scoprire giocatori giovani o meno conosciuti.
Nuova sfida nel 2005/06, stagione nella quale affronta per la prima volta il campionato femminile e allena la Germano Zama Faenza, arrivando a un passo dalla finale scudetto.

Nell’estate 2006 firma il suo ritorno a Rimini. La Coopsette è la vera sorpresa del campionato: Ticchi viene premiato come miglior allenatore di Legadue e viene riconfermato per la stagione in corso.
Dal giugno 2008 è l’allenatore della Nazionale italiana femminile, lo scorso gennaio ha ottenuto una qualificazione agli Europei che all’Italia mancava da dieci anni. Sulla panchina azzurra vanta il sesto posto all’Europeo 2009 e la medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo di Pescara.
Ha chiuso la stagione 2009/10 alla guida di Rimini, in Legadue maschile.
Si ringrazia il Prof. Giovanni Rubino ed il Responsabile Segreteria Didattica Sig. Massimo Carella per l’organizzazione del Seminario.

Scarica il comunicato in formato PDF

comunicato-uni-fip.pdf

MitoAlfaRomeo.com

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: