Comunicato Pasquale Monteleone (Futuro e Libertà Torremaggiore):Ciancio è il responsabile del caos politico locale

Segue comunicato stampa ufficiale del Capogruppo di Futuro e Libertà per l’Italia (FLI) dott. Pasquale Monteleone sulla situazione politica locale. La responsabilità del contenuto riportato nel comunicato è ESCLUSIVAMENTE a carico dell’autore.

In qualità di Capogruppo di Futuro e Libertà in Consiglio Comunale di Torremaggiore ritengo opportuno esprimere delle considerazioni sulla situazione politico-amministrativa locale odierna. La revoca delle dimissioni da parte del Sindaco Ciancio costituisce un altro punto di riflessione per la comunità cittadina.
Semmai c’è ne fosse bisogno, i cittadini possono vedere i filmati ed i comunicati sul sito del Comune e sugli altri siti e blog dedicati all’attualità locale ed avere conferma di tutto quello che sto enunciando.
Era il 29 maggio 2010 quando in Corso Italia si riunì il primo Consiglio Comunale e da subito espressi, in posizione isolata, notevoli perplessità su una ipotetica amministrazione arcobaleno.
Successivamente nonostante i ripetuti tentativi di dimetterci in massa andati a vuoto…,il 29 luglio 2010 Ciancio trovò in Consiglio Comunale i numeri per governare e a quel punto decisi di confluire all’opposizione insieme con gli amici del Gruppo Indipendente perché non ritenevo possibile una amministrazione arcobaleno e perché non intendevo tradire il mandato elettorale, ivi compreso l’impegno pubblico a dimettersi in massa in caso di vittoria del sindaco Ciancio.
Tra gli altri motivi sostenni che sarebbe venuto meno il gioco democratico dove una maggioranza ha il dovere di governare e una minoranza quello di controllare. Era una situazione anomala che non poteva reggere a lungo e così è stato, fui un facile profeta.
Così, le lancette della politica tornarono agli anni disastrosi della Prima Repubblica dove l’inciucio costituiva l’ordinaria amministrazione ed era sinonimo di ambiguità continua.
Successivamente mi sono visto costretto a lasciare la lista del PdL nella quale ero stato eletto e ho provato a fare opposizione costruttiva con la fattiva collaborazione del Gruppo Indipendente, e quando se ne è ravvisata la necessità abbiamo sempre formulato proposte in senso migliorativo.
Nel corso dei mesi successivi il numero dei consiglieri è salito da quattro a dieci e questa è stata la nostra prima VITTORIA politica, poiché tutti coloro che avevano sostenuto Ciancio in campagna elettorale e quindi in consiglio comunale si sono ritirati, non condividendo la sua linea politica. Una situazione ampiamente prevedibile data la visione poco chiara della strategia politica messa in campo dal Sindaco Ciancio.
Non mi sorprende il probabile esito a cui arriveremo nel “mattiniero” Consiglio Comunale del 31 maggio 2011, come non mi ha sorpreso la revoca delle sue dimissioni in data 23 maggio 2011.
Avevo già dichiarato in uno degli ultimi consigli comunali che Ciancio e chi lo ha appoggiato sono i protagonisti e responsabili del caos politico locale; ci consegneranno delle macerie in termini di credibilità della politica già messa a dura prova dalle vicende nazionali e per il futuro ci toccherà moltiplicare gli sforzi per far riacquistare prestigio alle istituzioni locali e reputazione a chi fa politica.
I torremaggioresi sono stanchi di questa situazione confusa dove si denota solo una propaganda quotidiana che sulle grandi come sulle piccole questioni da affrontare, ha visto l’Amministrazione Comunale essere inconcludente oppure ha preferito NON decidere.
Al punto a cui siamo arrivati, noi di f.l.i., ci proponiamo come una alternativa valida per risollevare le sorti della nostra Torremaggiore, poiché abbiamo raccolto intorno a noi, accanto ai militanti di lungo corso forze nuove, persone della società civile e non che si sono messe in relazione per poter dire la loro e perché non accettano l’idea di oblio a cui stanno consegnando la nostra comunità cittadina.
Noi di Futuro e Libertà crediamo in una Torremaggiore dove la politica non sia solo scontro e propaganda, ma si ispiri a valori e programmi per garantire l’interesse locale ed il vero bene comune. Noi desideriamo promuovere la legalità, l’etica pubblica ed il senso civico e vogliamo rimettere in moto lo sviluppo socioeconomico puntando sulle imprese, sui giovani, sulle donne, sull’economia verde-sostenibile e sullo sviluppo della rete coinvolgendo tutte le energie positive e serie di Torremaggiore che ci staranno.
Concludo senza alcuna presunzione, umilmente, a bassa voce, affermando che se ci guardiamo intorno, se volgiamo gli sguardi dietro noi, alle settimane e ai mesi passati, possiamo per davvero dire che abbiamo tutto il diritto di essere estremamente soddisfatti perché c’era chi con una certa presunzione, con un approccio superficiale, ci aveva frettolosamente liquidato: “sono quattro gatti, non li segue nessuno, sono soli”, avevamo ragione e lo ribadiremo in ogni sede pubblica ed istituzionale. La chiarezza è la nostra bussola e andiamo avanti su questa strada!

Dott. Pasquale Monteleone – Capogruppo FLI Torremaggiore

MitoAlfaRomeo.com

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: