Il Gruppo Indipendente esclude ogni forma di appoggio al Ciancio-bis,parola del Capogruppo Manzelli

Pubblichiamo l’intervista rilasciata dal dott.Emilio Manzelli (Capogruppo Indipendente) a Michele Antonucci e pubblicata sul sito della testata giornalistica on line www.capitanata.it – Portale e Giornale di Foggia e Provincia.

dott.Emilio Manzelli - Capogruppo Indipendente Torremaggiore (Fg)

Cosa ne pensa della revoca delle dimissioni del Sindaco Ciancio?
Onestamente non le capisco perché sono arrivate con notevolissimo ritardo ed hanno messo in difficoltà una intera cittadinanza. L’amministrazione “arcobaleno” Ciancio per il bene comune è iniziata male ed è terminata (o no?) peggio non rispondendo minimamente alle esigenze della collettività, mostrandosi da subito instabile ed inconcludente. L’opposizione che all’inizio di questa sciagurata amministrazione era composta solo da quattro consiglieri ossia il sottoscritto, Manna Raffaele, Cirignano Nicola (gruppo indipendente) e Monteleone Pasquale (FLI) ha visto crescere il suo numero a dismisura in soli sette mesi di governo Ciancio fino ad arrivare ai dieci consiglieri. Tutto questo testimonia il fallimento amministrativo del Sindaco. Perché Ciancio non ha pensato di dimettersi a febbraio con la possibilità di andare alle urne a maggio ed evitare così un anno di commissariamento? Ritengo che non ha pensato minimamente al BENE COMUNE, perché queste dimissioni sono state fatte per essere ritirate con il senso di irresponsabilità che lo ha contraddistinto per tutta la durata dell’amministrazione. Come pure è da chiedersi chi sono questi soggetti, come da lui denunciato nella sua lettera di dimissioni “ con mire egemonistiche, forti anche di appoggi esterni che hanno determinato questa difficoltà politico amministrativa”; è facile lanciare la pietra e nascondere la mano, perché secondo il Ciancio pensiero la colpa è sempre degli altri….mai la sua!


Dimissioni revocate ma con quale maggioranza si reggerà il Ciancio-bis? Esclude per il Gruppo Indipendente qualsiasi appoggio?

Io non posso sapere da chi sarà formata la maggioranza che reggerà il Ciancio Bis per un semplicissimo motivo: il sottoscritto dal 29 luglio 2010, giorno nefasto in cui si formava l’amministrazione “arcobaleno” Ciancio di larghissime intese, si è occupato solo ed esclusivamente di opposizione e quindi su quella posso sicuramente riferire senza nessunissima paura di smentita. L’opposizione oggi è composta da dieci consiglieri comunali. Per quanto riguarda il gruppo indipendente di cui io ho l’onore di essere capogruppo posso dire con infinita certezza che siamo stati sin dall’inizio opposizione e saremo sempre opposizione ad una amministrazione che si è dimostrata nel tempo priva di ogni contenuto ed inconcludente sotto ogni aspetto.

Chi crede appoggerà il Sindaco Ciancio in Consiglio Comunale?
Ne ho viste talmente tante in questi dieci mesi che sono proprio curioso di vedere anche questa e comunque come ho già dichiarato nella domanda precedente mi interessa solo l’opposizione.

Come giudica gli ultimi mesi della politica locale?
Secondo me è stata una pagina tristissima, forse la più triste, che ha caratterizzato la politica locale. Si sono dati più volte esempi altissimi di incoerenza allo stato puro non giustificabili nella maniera più assoluta con il fenomeno dell’anatra zoppa. Si è iniziato con quella famosa promessa degli undici consiglieri di centro destra che si impegnavano in pubblico comizio con la sottoscrizione di un documento in cui si certificava che nel caso di vittoria al ballottaggio del signor Ciancio si sarebbero dimessi immediatamente per manifesta ingovernabilità; questo avveniva nella fase di ballottaggio, i consiglieri in questione erano DE VITA, ZIFARO, LAMEDICA, FAIENZA, DE SANTIS, DI PUMPO, MONTELEONE, NESTA, MANZELLI, MANNA, CIRIGNANO. Poi tutti sappiamo come è andata a finire: MANZELLI, MANNA, CIRIGNANO e MONTELEONE all’opposizione e tutti gli altri a costituire una maggioranza a dir poco “arcobaleno” (PDL, PD, IDV, FORZA TORRE, LISTA MINA PER LA CITTA’, UDC che dopo divenne UNIONE DI CAPITANATA). Dopo con il passare dei mesi alcuni consiglieri comunali e partiti politici sono transitati all’opposizione e altri hanno perseverato, raggiungendo il culmine nel consiglio comunale del 9 dicembre 2010 dove il capogruppo del PDL De Vita annunciava il ritiro dell’appoggio programmatico al governo Ciancio, per poi rimangiarsi tutto nel Consiglio Comunale successivo. In un altro Consiglio Comunale successivo il consigliere Ennio Marinelli denunciava che vi erano in atto dei ricatti politici al solo scopo di arrivare ad una giunta politica. Non dimentichiamo tutte le volte che si è provati ad andare a rassegnare le dimissioni dal notaio e puntualmente l’undicesimo di turno ne approfittava per tirare la giacca al Sindaco e per chiedere qualcosa. L’ennesimo episodio vede protagonista il consigliere Trombetta che dichiara (con dichiarazione scritta e quindi depositata agli atti) nell’ultimo consiglio comunale tenutosi il 29/04/2011 di “comunicare che si intende interrompere ogni forma di collaborazione con l’attuale amministrazione e di voler rientrare nel ruolo di consigliere di opposizione” da allora tranne che per un ennesimo passaggio naturalmente a vuoto dal notaio chi lo ha visto più? E credo di aver tralasciato tantissimi altri episodi altrettanto importanti……..ma ci vorrebbero un paio di giorni ininterrotti di intervista per raccontarli.

Cosa intendete fare per comunicare alla cittadinanza questa situazione bizzarra?
Il gruppo indipendente insieme con FLI ha continuamente informato i cittadini con numerosi comunicati stampa e manifesti per renderli partecipi, ma anche la cittadinanza si dovrebbe interessare molto di più alla politica in modo tale da poter valutare nel miglior modo possibile l’operato dei propri eletti.

Un appello che vuole fare agli altri consiglieri comunali
Poniamo fine all’agonia del nostro paese. Non si può e non ci si deve nascondere dietro il commissariamento oppure dare la colpa all’anatra zoppa. Dimostriamo al signor Ciancio che ci stanno a cuore le sorti del nostro paese e che anteponiamo gli interessi della cittadinanza ad ogni altro interesse. Prendiamo atto che l’amministrazione Ciancio è stata disastrosa e voltiamo pagina, sarebbe questo un vero atto per il bene comune.

MitoAlfaRomeo.com

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: