Il Coordinamento PdL Torremaggiore non è d’accordo con i suoi consiglieri:contrari all’appoggio a Ciancio

In riferimento alla nascita della nuova amministrazione, composta oggi anche dagli eletti tra le fila del centrodestra, il vice coordinatore vicario del Popolo della Libertà locale Paolo Croce, unitamente ad altri elementi del direttivo locale, ad ex consiglieri comunali e a numerosi candidati delle liste del centrodestra, ritiene doveroso ed opportuno fare qualche precisazione alla collettività Torremaggiorese sull’ operazione di sostegno a questa amministrazione espressa nell’ ultimo consiglio comunale. Si vuole precisare, per chiarezza all’ intera comunità, che l’appoggio all’amministrazione Ciancio NON riguarda il Popolo della libertà ma solo ed esclusivamente gli eletti tra le fila del partito, i quali hanno portato avanti a titolo personale per mesi le trattative di inserimento nella nuova maggioranza consiliare senza informare gli organi competenti di partito, senza confronti diretti all’interno del direttivo, senza tener conto della volontà popolare e quindi senza considerare i dubbi e le perplessità espressi dall’elettorato di centrodestra e da quello moderato sul sostegno a questa amministrazione.

null

Pertanto i consiglieri che oggi costituiscono il gruppo consiliare del Popolo della libertà, altro non sono che rappresentanti di se stessi, poiché non sono stati idonei a rappresentare, nel corso di questi mesi , né il coordinamento provinciale del partito, né il direttivo locale, né la volontà della cittadinanza e dell’elettorato del centrodestra. Elettorato che si è sentito tradito dai personalismi che volevano a tutti i costi portare ad una amministrazione che oggi non rappresenta assolutamente la reale volontà popolare. In questo contesto è emerso che a livello locale è preoccupante il modo di agire degli eletti e le garanzie che un partito deve dare al proprio elettorato, inerenti i programmi ed i valori facenti parte del proprio Dna, vengono seriamente compromesse, ad esclusivo vantaggio degli eletti che hanno così la possibilità di poter fare il bello ed il cattivo tempo, incuranti del fatto di non essere realmente più i rappresentanti della comunità locale.

E’ nostra intenzione esprimere profonda delusione per l’operato degli eletti, i quali hanno dimostrato di non avere nessuna intenzione e nessun interesse di tutelare la volontà dei partiti nei quali sono stati eletti e soprattutto la volontà di chi ha espresso il proprio voto. Ci rattrista la mancanza di coraggio che ha colpito questi elementi dal rimettersi nelle mani della intera comunità con l’obiettivo di dare una nuova amministrazione, seria, responsabile e rappresentativa.

I cittadini con i quali quotidianamente ci confrontiamo, ci esprimono continuamente la volontà di tornare alle urne per rimettere tutto al giudizio popolare e sono ormai stanchi di assistere a questi spettacoli veramente tristi e vergognosi che non danno lustro alla città.

Certi di aver reso trasparente la posizione del Popolo della Libertà locale, ribadiamo la nostra chiara volontà di continuare ad essere il partito della gente, ed in quanto tale, il nostro obiettivo è quello di salvaguardarne le volontà da ogni forma di trasformismo cercando di dare le migliori garanzie all’intera comunità locale.

Comunicato tratto dal sito della testata giornalistica on line www.capitanata.it

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: