Pd Torremaggiore:Cosa cova sotto la cenere?

Pubblichiamo il comunicato stampa ufficiale del PD Torremaggiore ,la responsabilità del contenuto riportato nel comunicato è ESCLUSIVAMENTE a carico dell’autore.

null

Se anche il Popolo Delle Libertà provinciale di Foggia ha stigmatizzato l’ingiustificato RIBALTONE realizzato dal PDL torremaggiorese e il sindaco eletto dal centro sinistra Vincenzo Ciancio sorgono spontanei alcuni interrogativi.
Se tutte le forze politiche presenti sul territorio (PD, PDL, UDC, SEL, RIF. COMUNISTA; SOCIALISTI, FLI, UDV, GRUPPI INDIPENDENTI, MINA PER LA CITTA’) hanno decisamente condannato una simile ignobile e intollerabile azione, ALLORA:
– Per quale ragione alcuni del PDL di Torremaggiore con la complicità del sindaco e di altri spuri consiglieri ed assessori comunali gravati, tra l’altro, da inconfutabili motivi di incompatibilità, essendo legati direttamente e/o indirettamente con Società che intrattengono rapporti di affare con l’ente Comunale, si ostinano, tuttavia, a continuare ad essere legati ad una squallida e non ben identificata amministrazione priva di un autentico programma amministrativo?
– Cosa c’è sotto di tanto importante che unisce questi personaggi squalificati da tutte le forze politiche di appartenenza o di passata militanza a volere continuare a restare incollati alla poltrona?
– Forse ci sono esclusivamente non bene identificati interessi personali che travalicano ogni logica politica!
– Con ogni probabilità esistono programmi, o progetti a cui alcuni personaggi della passata amministrazione di centro destra sono fortemente interessati.
– Quasi certamente vi sono alcuni progetti dell’immediato passato a cui ci si tiene parecchio e che stuzzicano parecchi appetiti: eolico, pip, biomasse…
– Potrebbero, altresì, esserci alcune cambiali Scadute e forse rinnovate .
Osservava un noto personaggio, più volte presidente del consiglio dei ministri, che “a pensar male non si commette peccato”.
Il Partito Democratico, alla luce di quanto accaduto, rivolge un appello alle forze politiche, sociali, sindacali, ai rappresentanti delle istituzioni presenti sul territorio e a tutti i cittadini perché vogliano esercitare un’attenta vigilanza democratica sulla nostra compagine amministrativa che, certamente non brilla per trasparenza politica e per fedeltà agli elettori.

Scarica il comunicato in formato PDF
pd-tm-giugno-2011

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: