Dalla Festa dell’UdC di Torremaggiore l’on. Angelo Cera e Di Iorio :siamo la vera alternativa ai due poli

Segue articolo di Michele Antonucci pubblicato sul sito della testata giornalistica on line Capitanata.it – Il Portale e il Giornale di Foggia e Provincia.

null

Si è concluso il 28 agosto 2011 il week-end centrista nella cittadina federiciana; la sesta edizione della Festa dell’Amicizia organizzata dall’UdC di Torremaggiore era strutturata in due giorni. Nella giornata di sabato 27 agosto c’è stato un dibattito aperto tra tutti gli esponenti delle forze politiche locali in vista della prossime elezioni comunali 2012, si è cercato di analizzare le criticità e le priorità locali che il nuovo esecutivo dovrà affrontare.
Nel dibattito di domenica 28 si sono confrontati i big del terzo polo di Capitanata: l’on. Angelo Cera (UdC), l’avv. Fabrizio Tatarella (FLI) e il dott. Gaetano Cusenza (API).
Si è cominciato a parlare dell’ultima esperienza amministrativa locale, nata sotto il segno dell’anatra zoppa e terminata il 1 luglio 2011 con le dimissioni della maggior parte degli ex consiglieri comunali.
Il dott. Costanzo Di Iorio, segretario sezionale torremaggiorese (primo non eletto nelle liste dell’UdC alle elezioni regionali 2010) ha rimarcato la coerenza dell’UdC nella passata esperienza amministrativa e che ora si candida insieme ai partiti del Terzo Polo per essere l’alternativa ai vecchi schieramenti centrodestra e centrosinistra attraverso un programma condiviso,ambizioso,moderno ed innovativo.
Di Iorio evidenzia il declino locale che va ricercato nella mancata programmazione da parte dei politici che hanno imposto la “cultura della quantità” agli agricoltori locali, senza un supporto commerciale e di marketing che avrebbe permesso un vero posizionamento sul mercato dei prodotti tipici locali. Lo Sportello Informativo per gli agricoltori e per i giovani sarà uno dei punti del programma del terzo polo.
Il leader centrista locale ha anche rimarcato molte scelte scellerate del passato, tra cui la lottizzazione nell’area San Matteo partita nella seconda metà degli anni Novanta che doveva risollevare l’economia locale ma nella realtà è diventato un quartiere dormitorio senza servizi, in parte disabitato perché i giovani continuano a scappare da Torremaggiore. Quale politica è stata fatta per limitare l’emigrazione dei cervelli locali?
Di Iorio ha anche lanciato un monito ai torremaggioresi: le elezioni comunali 2012 rappresentano l’ultima chances per cambiare la propria cittadina, vietato sbagliare ,quindi, dopo le ultime deprimenti esperienze politiche locali.
Il coordinatore provinciale futurista Avv. Fabrizio Tatarella ha rimarcato la coerenza dell’ex consigliere comunale Pasquale Monteleone che ha fatto opposizione al polpettone capeggiato da Ciancio, che ha avuto vita breve; ha attaccato il berlusconismo che ha tradito tutte le promesse elettorali. “E’ dal 1994 che aspettiamo misure concrete su legalità, merito e la tanto decantata rivoluzione liberale” ha detto il leader futurista di Capitanata.
Il progetto di Futuro e Libertà è nato proprio per ridare una nuova speranza a questo Paese, dando voce agli italiani che vogliono un’Italia diversa ed una nazione migliore, orgogliosa, tollerante ed accogliente in cui si creda nell’etica della responsabilità.
Tatarella ha lanciato un appello a costruire insieme l’Italia che verrà con Fini e Casini perché è l’unica alternativa seria e credibile oggi nello scenario politico nazionale.
Il coordinatore provinciale dell’API dott. Gaetano Cusenza ha invece evidenziato il ruolo innovatore del progetto politico del terzo polo, inteso come laboratorio politico, ritenendo che Torremaggiore con un candidato sindaco credibile e con un programma moderno,fuori dagli schemi vecchi vincerà senz’altro le elezioni comunali 2012.
La disattivazione del locale Presidio Ospedaliero “San Giacomo” deve indurre la futura Amministrazione Comunale, ad essere propositiva e protagonista nella lotta per il ripristino dei servizi essenziali. “Solo il Terzo Polo potrà essere credibile per ridare dignità a Torremaggiore” , ha concluso così il leader rutelliano di Capitanata.

L’on. Angelo Cera (UdC), parlamentare presso la Camera dei Deputati e Sindaco di San Marco in Lamis (FG) ha chiesto di voltare pagina nella cittadina federiciana attraverso l’appoggio al progetto politico del terzo polo con un candidato serio, autorevole, nuovo e condiviso. La Segreteria Provinciale dell’UdC seguirà con attenzione e concorderà con gli altri partiti del Terzo Polo il percorso che porterà all’individuazione del candidato vincente per Torremaggiore.
L’onorevole Cera ha promesso che non ci saranno alleanze politiche con chi ha distrutto in passato Torremaggiore e che il terzo polo è l’unica alternativa credibile ai due poli, che attuano logiche superate,obsolete e non rispondenti alle esigenze della collettività torremaggiorese.
Duro l’intervento del primo cittadino di San Marco nei confronti della Giunta Provinciale Pepe, che non ha messo in campo azioni politiche per limitare la povertà, per favorire il lavoro, per realizzare una vera politica agricola e per la sistemazione delle strade provinciali.
Affondo anche al duopolio Berlusconi-Prodi e alle bugie della sinistra che hanno impoverito l’Italia negli ultimi venti anni.
Da Torremaggiore l’on. Cera lancia l’appello per creare l’alternativa al PdL e al Pd anche alla Provincia di Foggia sostenendo : “Siamo la vera novità rispetto ai due poli, iniziamo da Torremaggiore a creare un percorso alternativo solido, autorevole e credibile”.

ANGELO CERA UDC TORREMAGGIORE

Segnaliamo il filmato (non completo) realizzato da KidVideoPress nella serata di sabato 27 agosto 2011 presso Corso Italia ; il tema della serata era “Quale corso politico per Torremaggiore ?”

Erano intervenuti:

dott. Costanzo Di Iorio – Segretario Sezionale Udc Torremaggiore
dott. Pasquale Monteleone – Futuro e Libertà Torremaggiore
dott. Matteo Marolla – Presidente Italia dei Valori di Torremaggiore
dott. Enzo Quaranta – PD Torremaggiore
dott. Italo Stella – Coordinatore del Popolo della Libertà di Torremaggiore
Filomena Cordone – Coordinatrice cittadina di SEL (Sinistra Ecologia e Libertà)
Fulvio De Cesare – Segretario cittadino del PRC (Partito della Rifondazione Comunista)
Alberto Scudieri – già candidato sindaco nel 2010 con Lista Civica 5 Stelle Beppe Grillo

Michele Antonucci – Moderatore del dibattito – Blogger di Torremaggiore.com & collaboratore giornalistico con la testata on line Capitanata.it e con l’Agenzia di Stampa Zeroventiquattro.it

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: