11 settembre 2001 – 11 settembre 2011 “Per non dimenticare”

10 settembre 2011

null

Le torri gemelle del World Trade Centre, tragicamente distrutte nell’attentato dell’11 settembre 2011 erano il simbolo di Manhattan e rappresentavano la città di New York nella sua operosità. Per 50.000 persone, le torri sono state, per lungo tempo, la sede del proprio lavoro, visto che al loro interno operavano 1200 imprese rappresentative di 60 paesi. Poi, quel tragico 11 settembre di dieci anni fa che spazzò via in un battibaleno le famose Twin Towers. In quella data morirono 2749 persone e con loro perì un pò anche New York. Sono passati dieci anni da quel giorno che nessuno di noi potrà mai dimenticare. L’11 settembre è e dovrà sempre essere una data simbolo impressa nel cuore e nelle menti per tutti coloro che si battono contro ogni forma di terrorismo, di integralismo, di fanatismo. Segnaliamo lo speciale sull’ 11 settembre realizzato dal sito La Voce del Fiani

Clicca qui per visionare lo speciale sull’11 settembre >>>>

Annunci

Festa Tricolore Provinciale (FLI) 16-17-18 settembre 2011 a Torremaggiore

8 settembre 2011

Dal 16 al 18 settembre 2011 presso Corso Italia a Torremaggiore ci sarà la Festa Tricolore Provinciale organizzata dalla Segreteria Provinciale di Futuro e Libertà di Foggia con il locale circolo futurista “Indro Montanelli” sito in Corso Matteotti 157. E’ possibile scaricare il programma completo in pdf dell’intero evento.

SCARICA IL MANIFESTO COMPLETO IN FORMATO PDF
manifesto-fli

SCARICA IL DEPLIANT DELLA FESTA IN PDF
depliant-FLI


Popolari Europei Torremaggiore:una politica coerente con persone serie e competenti

7 settembre 2011

Segue il comunicato ufficiale del Circolo Popolari Europei di Torremaggiore (Via Alfieri 8/10). La responsabilità del contenuto è esclusivamente dell’autore.

null

I Popolari Europei di Torremaggiore sono un movimento politico e culturale autonomo, che si ispira ai principi del popolarismo cattolico e fa riferimento al progetto politico del Partito Popolare Europeo.
Essi hanno aderito al futuro Partito della Nazione, che dovrebbe nascere, su iniziativa dell’Udc, dalla confluenza di partiti di Centro (tra cui la stessa Udc), movimenti, associazioni, singoli cittadini, sfiduciati e delusi dall’attuale sistema politico e che vogliono ripensare un nuovo modello di sviluppo.
I Popolari Europei ribadiscono, perciò, che non fanno parte dell’Udc e non sono, assolutamente, interessati alle vicende di quel Partito.
Con convinzione e lealtà, i Popolari hanno sostenuto, finora, per Torremaggiore, il progetto politico del cosiddetto “Terzo Polo”, quale alternativa credibile, dopo l’ultima disastrosa esperienza politico-amministrativa di governo cittadino.
Gli incontri tra le varie componenti politiche (Udc-Fli-Popolari-UdiCap-Indipendenti), sempre promossi dai Popolari, ed ai quali il Coordinatore dell’Udc locale Di Iorio, non ha mai personalmente partecipato; hanno evidenziato più diffidenze, perplessità, egoismi ed ambizioni personali che la reale volontà di costruire un coerente e valido percorso politico comune, su basi di pari dignità e rispetto reciproco ed un valido progetto di sviluppo per Torremaggiore.
In occasione della festa dell’UDC è stato affermato, pubblicamente, forse con eccessiva enfasi e presunzione, che a Torremaggiore, il Terzo Polo, formato da Udc-Fli e Api, è già una realtà.

“SE SON ROSE, FIORIRANNO!”

I Popolari Europei, nella propria autonomia politica ed organizzativa, si confermano come forza politica di centro, popolare e riformista, di ispirazione cristiana; essi sono disponibili al dialogo costruttivo con tutte le forze politiche e sociali, movimenti ed associazioni che vogliono realmente contribuire al rilancio socio-economico di Torremaggiore, con un progetto politico serio e coerente, animato da persone credibili, oneste e competenti.
I Popolari Europei, infine, fanno appello alla partecipazione attiva dei cittadini, soprattutto dei giovani che intendono impegnarsi per il bene comune e, responsabilmente, rendersi protagonisti veri ed autentici del proprio futuro e per una nuova stagione di impegno civile e politico.

null

Il Coordinatore
Alcide Di Pumpo


Costituito il Comitato cittadino “Torna a decidere tu” per abrogare il porcellum

7 settembre 2011

Segue il comunicato ufficiale del Comitato cittadino “Torna a decidere tu” per abrogare la legge elettorale “Porcellum” . La responsabilità del contenuto è esclusivamente dell’autore.

null

Si è costituito a Torremaggiore il Comitato per la raccolta delle firme per abrogare per via referendaria la Legge Elettorale denominata “ PORCELLUM”

Come noto la legge elettorale attualmente in uso in Italia (La legge n. 270 del 21 dicembre 2005) è stata definita dal suo stesso “ideatore”, il Ministro leghista Roberto Calderoli, “una porcata”.
Essa consente al cittadino di esprimere il proprio voto per una lista di candidati predefinita dalle segreterie di partito (“liste bloccate”), senza alcuna possibilità di indicare preferenze e – quindi – di scegliere i propri rappresentanti, che in tal modo vengono – per così dire – imposti dall’altro. A partire dall’originario appellativo di cui sopra, è diventata consuetudine riferirsi ad essa come alla “Legge Porcellum”. Ed è proprio questo grande bavaglio che incombe sulla politica italiana e che sbilancia pericolosamente il rapporto tra il cittadino/elettore ed i suoi rappresentanti politici (a favore di una quanto mai funesta autoreferenzialità della classe dirigente) che intendiamo, oggi, combattere.
Insieme ad altre forze, movimenti ed associazioni (tra cui ricordiamo l’Italia dei Valori, Sinistra Ecologia Libertà, Partito Democratico, Rifondazione Comunista, Associazione Socialismo Dauno, Associazione diversamente abili, ) è avviata la raccolta delle firme necessarie per abolire questa “Legge Porcellum”. La raccolta deve necessariamente concludersi entro il 20 settembre.
Saremo in Piazza con il seguente calendario:
Sabato 10 settembre, Piazza della Repubblica, ore 19,00- 22,00
Domenica 11 settembre, Piazzale Pineta, ore 11,00- 13,00 19,00- 22,00.
E’ importante aderire all’iniziativa popolare e partecipare alla raccolta delle firme perché l’abrogazione della legge consente di restituire al cittadino/elettorale la possibilità di decidere i propri rappresentanti nel parlamento Italiano.
La rappresentatività del parlamento italiano deve, infatti, a nostro avviso, tornare ad essere garantita da una legge elettorale in grado di definire in maniera diretta e semplice il rapporto tra elettore ed eletto. E la classe politica italiana sarà allora lo specchio di un paese che noi sappiamo essere molto diverso e molto migliore da quello che ci rimanda quotidianamente l’azione sconsiderata, irresponsabile ed indegna di questo governo. Torremaggiore, 6 settembre 2011.

Invitiamo i cittadini a firmare


SEL Torremaggiore parteciperà allo sciopero del 6 settembre a Bari

5 settembre 2011

Segue il comunicato ufficiale del Circolo SEL di Torremaggiore . La responsabilità del contenuto è esclusivamente dell’autore.

Sinistra Ecologia Libertà di Torremaggiore annuncia la sua adesione alla mobilitazione nazionale promossa dalla CGIL con lo sciopero generale del 6 settembre prossimo.

E’ un appuntamento essenziale ed irrinunciabile per manifestare la forza necessaria a modificare la manovra finanziaria del Governo Berlusconi e per promuovere e sollecitare quella fase radicale di cambiamento politico in grado di costruire l’alternativa per lo sviluppo e la crescita del nostro Paese.

I tentativi e le difficoltà del Governo di giungere a un testo definitivo, attraverso una manovra che cambia di ora in ora in un balletto triste e ridicolo, creano grosse speculazioni e confusione nei mercati finanziari e sgomento nei cittadini italiani che non intravedono nessuna salvezza per le proprie condizioni di lavoro e di vita familiare. L’unica certezza che emerge è che questa drammatica condizione di crisi si abbatte ancora una volta sulle fasce deboli perché introduce misure inique con prelevamenti sui pensionati, le famiglie, i giovani.

Minori risorse da destinare al welfare, alla formazione, all’istruzione, agli enti locali, portano ad una operazione di macelleria sociale volta a fare cassa, senza dare futuro ala Paese e alla sua crescita, portando i cittadini verso un impoverimento generale in termini di reddito e di servizi pubblici.

Siamo di fronte ad una crisi di sistema che sta interessando i paesi occidentali. In Italia, in particolare, si pone la necessità di uscire dal guado con un esecutivo e delle idee di grosse spessore e non con aggiustamenti fasulli che non toccano i privilegi e la ricchezza bensì solo le tasche già vuote dei lavoratori e non crea futuro per il lavoro dei giovani e delle donne.
Lo sciopero del 6 settembre oltre che generale deve essere anche generalizzato, e coinvolgere non solo quei titolari di contratto che si asterranno dalla giornata di lavoro, ma anche le centinaia di migliaia di disoccupati, precari e lavoratori in nero ai quali questo Governo sta togliendo ogni speranza per il futuro.
L’invito di SEL è di prendere consapevolezza di ciò, di aderire allo sciopero e partecipare alla manifestazione regionale che si terrà a Bari.
Scendiamo in piazza tutti per manifestare la nostra protesta a tagli iniqui e crudeli, che come sempre, colpiscono i più deboli e salvaguardano gli speculatori, i furbi e gli evasori.
Si invita a raggiungere Bari attraverso i pullman in partenza da San Severo, martedì mattina, alle ore 7,00.

Coordinamento Circolo A.Vassallo
Sinistra Ecologia Libertà
Torremaggiore


L’IdV di Torremaggiore esprime solidarietà alla Croce Rossa Italiana

4 settembre 2011

Segue il comunicato ufficiale dell’ IdV di Torremaggiore . La responsabilità del contenuto è esclusivamente dell’autore.

null

L’Italia dei Valori di Torremaggiore esprime indignazione e condanna per la distruzione della postazione fissa della CRI sul Piazzale Palma e Piacquaddio avvenuta nella notte tra il 27 e il 28 agosto.

Aupisca che le Forze dell’Ordine possano attraverso le indagini riuscire a trovare gli ignoti criminali che hanno commesso questo atto deplorevole.

Esprimiamo la nostra piena solidarietà alla CRI e agli operatori che con impegno e sacrificio si adoperano a fornire un servizio utilissimo (oltre 150 prestazioni fornite nel solo mese di agosto) per la città che è sprovvista ormai da mesi del Pronto Soccorso.


Giovane Italia: Torremaggiore Calcio è finita…ed ora ????

1 settembre 2011

Segue il comunicato ufficiale della Giovane Italia di Torremaggiore, il Movimento giovanile del Popolo della Libertà. La responsabilità del contenuto è esclusivamente dell’autore.

null

TORREMAGGIORE CALCIO E’ FINITA E ORA?

Il Torremaggiore Calcio purtroppo è destinato a ricadere nuovamente nel baratro come 11 anni fa circa,
quando dovette ripartire da zero con una nuova società alle spalle.
La dirigenza della squadra non ha voluto in alcun modo avviare un dialogo e delle trattative, per cercare di salvare quanto fino ad ora ottenuto. Segno questo di non avere alcun rispetto per i giocatori e quanti si sono spesi per far crescere la squadra che, ricordiamo militava nella categoria della Promozione anche con ottimi risultati in campo, seppur ripescata all’ultimo momento e senza aver avuto modo di rinforzare
l’organico in vista di un campionato più impegnativo.
Il Coordinatore Cittadino, Lorenzo De Santis, a nome di tutta la Giovane Italia di Torremaggiore, condanna
questo atteggiamento da parte della dirigenza, dato che con il suo comportamento non fa altro che,
causare un altro sfascio nella nostra amata cittadina. Ci auspichiamo che qualche cittadino o imprenditore
volenteroso si impegni seriamente nella rinascita della squadra, che in passato ha dato lustro alla Città con ottimi risultati e facendo da trampolino di lancio a molti nel campo calcistico. Ricordiamo tra tutti Delio Rossi, dove ha esordito come allenatore.
Esprimiamo tra l’altro le nostre perplessità, per la squadra del Torremaggiore Calcio femminile che
quest’anno dovrebbe militare in serie B, ma probabilmente seguirà le stesse sorti del settore maschile.
Altro problema che ancora non vede risoluzione è la questione campo sportivo, di cui ad oggi non si hanno
notizie certe di quando sarà possibile utilizzare la struttura da parte dei cittadini, vista la presenza di
campetti di calcio, tennis e basket che potrebbero essere utilizzati.
Chiediamo quindi al Commissario Prefettizio, la Dott.sa Aponte, che sta dimostrando di voler risolvere
alcuni dei problemi di Torremaggiore, di non tralasciare anche la questione sportiva della nostra cittadina
sia per quanto riguarda la squadra di calcio che per le strutture.
Auspichiamo quindi, un intervento da parte dei cittadini e del Commissario Prefettizio alla risoluzione dei
problemi, da parte nostra metteremo tutto l’impegno di giovani ragazzi di Torremaggiore a cui sta a cuore
la propria città e desiderano far tornare all’antico splendore la nostra amata Torremaggiore, per troppi anni in balia di politici e non politici che per niente hanno pensato a fare qualcosa per il paese.
E’ arrivato il momento di cambiare rotta, e noi della Giovane Italia vogliamo rappresentare la nuova classe
dirigente di Torremaggiore, capace di amministrare la città compiendo scelte giusto e coraggiose. Invitiamo
quindi tutti i ragazzi tra i 14 ed i 30 anni che condividono il nostro punto di vista ad aderire al gruppo della Giovane Italia, presente su Facebook con il gruppo “Giovane Italia – Torremaggiore” o di contattare il ns Coordinatore Cittadino, Lorenzo De Santis.

DE SANTIS LORENZO
Coordinatore Giovane Italia – Torremaggiore
GIOVANE ITALIA – Coordinamento di Torremaggiore – Via XX Settembre – 71017 TORREMAGGIORE (FG)
TEL 328/6812958 – giovaneitaliatorremaggiore@gmail.com


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: