Comunicato Comitato in difesa del San Giacomo:“Troppi ritardi, Asl spieghi”

27 agosto 2011

Segue il comunicato ufficiale del Comitato per la difesa dell’Ospedale San Giacomo di Torremaggiore. La responsabilità del contenuto è esclusivamente dell’autore.

Presidio Ospedaliero San Giacomo - Torremaggiore FG - www.torremaggiore.com

Presidio Ospedaliero San Giacomo - Torremaggiore FG - http://www.torremaggiore.com

“Presso l’ormai ex Presidio Ospedaliero di Torremaggiore, sono in corso dei lavori di sistemazione della struttura, in vista dell’apertura dei reparti indicati nella delibera dell’ASL FG n.° 431 del 08/04/2011. Ma ad oggi non si hanno notizie circa il termine dei lavori e la conseguente attivazione dei seguenti reparti: 2 moduli di RSA da 20 posti letto ciascuno, di cui 1 dedicato ai malati di Alzheimer, 1 centro per l’autismo al servizio dell’area nord dell’ASL Provinciale, DAY SERVICE – PCA – PACC (chirurgici e medici). Rimarranno attivi il Servizio Laboratorio di analisi cliniche, il Servizio di Radiologia, gli Ambulatori Specialistici di Distretto, l’ Unità di degenza territoriale (U.D.T.) e 1 modulo di riabilitazione neuromotoria (ex art. 26) da 20 posti letto (subordinato alla programmazione ragionale), oltre che la riapertura del punto di primo intervento potenziato grazie a 2 posti letto per l’osservazione breve”. E’ questa, diretta, la critica sul metodo mossa alla Regione ed alle istituzioni locali da parte del Comitato spontaneo a difesa dell’Ospedale San Giacomo del centro dell’Alto Tavoliere.
A preoccupare il Comitato Cittadino, inoltre, i ritardi circa la sbandierata istituzione della Casa della Salute, attualmente ferma al palo ed ancora non ancora certa di vedere la luce. Cosa che, dunque, rende “fondate” le preoccupazione del comitato – già peraltro espresse lo scorso aprile -. “Chiediamo – è l’appello – agli enti competenti, in particolare al Direttore Generale dell’ASL FG a comunicare i tempi previsti e successivamente a sollecitare che questi vengano effettuati in tempi brevissimi”.

null

null

Annunci

Quantifichiamo il risparmio di spesa della Regione dopo la chiusura degli Ospedali di Capitanata

1 aprile 2011

Apprendiamo dal sito TuttoSanità.it che la Giunta regionale ha approvato in data 24/03/2011 a seguito del varo del riordino ospedaliero, la ricognizione della dotazione organica disponendo, al fine del rispetto dei limiti di spesa per il personale, che NON si proceda alla copertura dei posti vacanti individuati nella dotazione organica, fatte salve eventuali deroghe da parte della G.R. per assicurare l’erogazione dei livelli essenziali di assistenza.

null

La ASL FG perderà 257 posti letto, con la chiusura degli ospedali di San Marco in Lamis,Torremaggiore e Monte Sant’Angelo e la soppressione di unità operative e posti letto. La dotazione organica è stata determinata individuando 4214 posti, rispetto ai 4261 della dotazione organica precedente. Il costo teorico della dotazione organica è quantificato in € 244.588.583,00. La spesa per il personale in servizio a tempo indeterminato e determinato al 28 febbraio ammonta ad € 224.535.767,00
L’azienda sanitaria FG dovrà produrre per gli anni 2010-2011 e 2012 risparmi di spesa per il personale quantificati in € 3.707.964,37


Il Comune di Torremaggiore ha firmato il protocollo d’intesa con l’ASL per la riconvesione del “San Giacomo”

28 marzo 2011

Segue comunicato stampa ufficiale del Comune di Torremaggiore, tratto dal suo sito istituzionale.

Ambulanza del 118 presso l'Ospedale San Giacomo di Torremaggiore - www.torremaggiore.com

Ambulanza del 118 presso l'Ospedale San Giacomo di Torremaggiore - http://www.torremaggiore.com

Sottoscritto il protocollo d’intesa fra i vertici dell’ASL FG e il Sindaco di Torremaggiore Vincenzo Ciancio, sulla riconversione del locale presidio ospedaliero.

Soddisfazione del Sindaco per il risultato ottenuto che vede premiato il metodo della concertazione fra l’Ente Locale, l’Assessore alle Politiche della Salute e i vertici dell’ASL FG., che hanno riconosciuto la valenza della proposta elaborata da questa Amministrazione e condivisa dall’intero Consiglio Comunale.

L’Azienda Sanitaria Locale di Foggia, nella prossima settimana, dopo la sottoscrizione del verbale da parte dell’Assessore Fiore, che avverrà presumibilmente lunedì 28/03/2011, appronterà gli appositi atti deliberativi per dar corso al protocollo d’intesa sottoscritto.

Un ringraziamento va a tutti i consiglieri comunali che all’unanimità hanno votato la proposta di riconversione del nostro ospedale, ai consiglieri regionali e alle forze politiche del territorio che hanno appoggiato la nostra proposta, al presidente della Commissione Sanità Dino Marino, all’Ente Provincia che ha attivato il tavolo istituzionale sulla Sanità, al Comitato pro ospedale San Giacomo, a tutte le forze Sociali e ai concittadini che hanno lottato a fianco di quest’amministrazione per veder affermato il diritto alla salute del nostro territorio.

Dovrà restare alto il livello di attenzione sia sulla contemporaneità fra la dismissione dei posti letto ospedalieri della MAR e LUNGODEGENZA e l’attivazione dei nuovi servizi territoriali programmati, sia sulle rassicurazioni ricevute circa l’istituzione del polo di riabilitazione da inserire nella futura programmazione regionale.


Comunicato SEL Torremaggiore:si ridarano le nuvole sul San Giacomo

26 marzo 2011

Segue comunicato stampa ufficiale di SEL di Torremaggiore

null

SI DIRADANO LE NUVOLE SULL’OSPEDALE DI TORREMAGGIORE

GRAZIE ALL’IMPEGNO DI SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA’,
DELL’ ASSESSORE REGIONALE TOMMASO FIORE
DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE E DEL SINDACO CIANCIO

IMPORTANTE SUCCESSO
CON LA FIRMA DEL PROTOCOLLO DI INTESA
PER IL RIORDINO E LA RICONVERSIONE
DELLA STRUTTURA SANITARIA DI TORREMAGGIORE

OGGI 25 MARZO 2011

SI SONO POSTI I PALETTI PER LA NUOVA POLITICA SANITARIA DEL TERRITORIO POSSIAMO RITENERCI SODDISFATTI, NELLO STESSO TEMPO SAREMO VIGILI AFFINCHE’ IL PIANO VENGA ATTUATO IN TEMPI CELERI E NEL RISPETTO DELLA QUALITA’ DEI SERVIZI ALLA COLLETTIVITA’


Resoconto dell’incontro tra le delegazioni cittadine e la Regione Puglia a proposito della chiusura dei tre ospedali dauni

16 marzo 2011

In data 15 marzo 2011 una delegazione di cittadini e politici di San Marco in Lamis, Torremaggiore e Monte Sant’Angelo hanno incontrato a Bari l’Assessore Regionale alla Sanità Tommaso Fiore, il Presidente della Commissione Sanità Dino Marino ed erano presenti anche i consiglieri regionali Damone, Lonigro e Introna.
Il 15 marzo il Consiglio Regionale della Puglia avrebbe dovuto discutere del piano di riordino ospedaliero.
Ma il Consiglio Regionale non ha discusso del punto, rinviato al 22 marzo, ma in maniera informale l’assessore alla Sanità Tommaso Fiore si è impegnato a rispettare la promessa di contestualità fra chiusura e riconversione.
I presidi ospedalieri di San Marco in Lamis,Torremaggiore e Monte Sant’Angelo sono stati chiusi definitivamente il 14 marzo 2011, come già ampiamente previsto dalla delibera regionale del 15-12-2010.

null


14 marzo 2011:cessazione definitiva del Presidio Ospedaliero San Giacomo di Torremaggiore ad opera della Regione Puglia

6 marzo 2011

Come avevamo già annunciato nei mesi scorsi dal 14 marzo 2011 ci sarà la cessazione definitiva delle attività dei nosocomi di Torremaggiore, San Marco in Lamis e Monte Sant’Angelo. Anche la Gazzetta del Mezzogiorno del 5 marzo 2011 ha confermato questa notizia.

null

“La comunicazione formale con cui la Regione Puglia ha disposto la chiusura degli ospedali di Torremaggiore, San Marco in Lamis e Monte Sant’Angelo ci preoccupa profondamente. Da questo punto di vista la Provincia di Foggia manterrà alta l’attenzione già manifestata concretamente sul Piano di Riordino Ospedaliero”. Così Antonio Pepe, presidente della Provincia di Foggia ha commentato l’ennesima scelta scellerata della Regione Puglia in tema di sanità.

null

“Abbiamo detto a chiare lettere ed in più occasioni che alla Capitanata non manca la consapevolezza istituzionale della necessità di mettere in campo interventi che si muovano nel rispetto del Piano di Rientro Finanziario concordato dalla Regione con il Governo nazionale – aggiunge Antonio Pepe – Allo stesso modo, però, abbiamo affermato con forza la necessità di non penalizzare il diritto alla salute di intere comunità, indicando anche sul piano operativo quelle strade utili a realizzare una riconversione degli ospedali. Suggerimenti e proposte che sono stati avanzati in modo trasversale, al di là delle appartenenze politico-partitiche e, dunque, in uno spirito di piena intesa istituzionale ma di cui oggi, purtroppo, non sembra esserci traccia. Così come non vediamo un programma di azioni per difendere lo straordinario presidio degli ‘Ospedali Riuniti’ da quel depauperamento cui lo esporrebbero i tagli contenuti nella pianificazione predisposta dal Governo regionale”.

SCARICA IN PDF LA DELIBERA REGIONALE CHE CONFERMA LA CHIUSURA DEFINITIVA DEL SAN GIACOMO
delibera-regione.puglia-chiusura definitiva


Domani al Castello Ducale si parla di dipendenze patologiche

16 febbraio 2011

Segue comunicato stampa ufficiale del Comune di Torremaggiore,tratto dal suo sito istituzionale

null

Continuano gli incontri a Torremaggiore, presso il Castello Ducale “De Sangro”, dedicati alla salute.

Il prossimo 17 febbraio l’incontro previsto sarà dedicato al fenomeno delle dipendenze patologiche, da sostanze o comportamenti, pervade sempre più l’attuale modo di vivere, compromettendo la salute del singolo e di conseguenza i relativi ambienti familiari, lavorativi ed anche ricreativi. La complessità di tale fenomeno passa necessariamente attraverso lo studio di diversi aspetti, da quello sociale a quello psicologico fino alla struttura neurobiologica del soggetto inquadrato nel proprio contesto socio culturale.

L’Assessorato alle Politiche Sociali della Città, guidato dalla dott.ssa Laura Moffa, sensibile a tale problematica, ha inteso divulgare la conoscenza dei fattori di rischio che possono indurre dipendenze patologiche nel ciclo di incontri dedicati alla salute. La cittadinanza è invitata alle ore 18 presso la Sala del Trono. Relatori della serata il Dott. Fausto Campanozzi e la Dott.ssa Genè Ciaccia.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: