CSI La Torremaggiorese:concluso l’anno associativo

17 agosto 2011

CSI LA TORREMAGGIORESE

Il 26 luglio 2011 si è concluso l’anno sociale del CSI (Centro Sportivo Italiano) – Associazione Sportiva Dilettantistica “La torremaggiorese” presso il Campo Sportivo “Madall” di Torremaggiore (Fg). Il Presidente dott. Michele Pontonio ha risposto a qualche domanda.

Cosa ne pensa dell’anno sociale CSI appena terminato?
E’ stato un anno sociale molto positivo per il CSI grazie anche all’attivazione della squadra over 30. Il gruppo degli esordienti ha portato a casa molti risultati e mi posso ritenere molto soddisfatto a nome di tutta l’associazione. Proporrò a settembre al consiglio di amministrazione del CSI delle modifiche organizzative per rendere la missione del CSI sempre più radicata nel tessuto sociale locale.


I ragazzi come hanno reagito a tutte le attività che avete svolto?

Abbiamo riscontrato grande entusiasmo e tanta volontà di mettersi in gioco, hanno perciò reagito bene alle nostre attività e ne siamo contenti.
Anche nel rapporto tra i mister ed i ragazzi le cose sono andate bene, c’è stata qualche incomprensione ma abbiamo risolto tutto.
Abbiamo anche creato un bel rapporto anche con coloro che per ragioni di età non sono potuti restare.

Progetti e prospettive per il prossimo anno sociale?
Vogliamo dare maggiore visibilità per il gruppo degli over 30 e ci sarà anche una sorpresa che a tempo debito ve la svelerò in anteprima.
Stiamo anche lavorando per realizzare a Torremaggiore la Partita del Cuore con la Nazionale Parlamentari e spero che ad ottobre la riusciremo a realizzare.
Purtroppo nella nostra città ci scontriamo con la mancanza di adeguate strutture sportive attrezzate, problema storico ma mai affrontato in maniera seria dalle precedenti amministrazioni pubbliche locali.
Auspico perciò un impegno massiccio da parte di tutte le associazioni per la precaria situazione dello Stadio Comunale “San Sabino” di Torremaggiore.

E per chiudere qualche domanda all’attaccante della squadra “La torremaggiorese Over 30”, Salvatore Trematore.

Come è andato l’anno sociale?
E’ andata molto bene, è stato un anno positivo sebbene la squadra over 30 era sperimentale quest’anno. Siamo riusciti a realizzare gli obiettivi prefissati.

Progetti per il futuro?
Come CSI vogliamo rendere maggiore il servizio gratuito ai ragazzi pre-adolescenziali per l’insegnamento del gioco del calcio, invece, come squadra over 30 vorremmo riuscire a fare altre manifestazioni con finalità di beneficienza e di utilità sociale.

Comunicato Stampa Ufficiale CSI “La torremaggiorese”

Annunci

Su Facebook è nato un gruppo dedicato alla memoria del muro di cinta del Campo Sportivo di Torremaggiore

3 agosto 2011

Segnaliamo la creazione di un Gruppo sul social network Facebook “LA MURATA SDIRRUPATA E LA SQUADRA SPITACCIATA…”. Il muro di cinta del Campo Sportivo Comunale di Torremaggiore oggi denominato “San Sabino” è stato demolito nel 2010 per far posto ad un grigia e classica recinzione. Era anche quello un simbolo della cultura locale che barbaramente è stata demolita.
Questo il link del gruppo

NON COPIARE

Il nostro Campo Sportivo nei decenni passati ha conosciuto i fasti di gloriose stagioni calcistiche, quando la squadra, era arrivata anche a disputare il campionato che allora, negli anni Cinquanta-Sessanta, si chiamava di “quarta serie”, la serie D, corrispondente all’odierna serie C. L’Unione Sportiva Torremaggiore era stata rifondata nella stagione calcistica 1948-49 ed ebbe una brillante affermazione fino al campionato del 1961 quando la società piena di debiti dichiarò fallimento.

null

null

null

null
Una rara foto del Campo Sportivo Comunale di inizio anni Novanta


Confraternita Misericordia Torremaggiore: La Protezione Civile siamo tutti noi.

4 luglio 2011

Il 9 e 10 luglio 2011, presso Piazzale Palma e Piacquadio a Torremaggiore, la Confraternita di Misericordia di Torremaggiore, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, delle Misericordie, del Coordinamento Provinciale del Volontariato di Protezione Civile di Foggia, del Dipartimento di Protezione Civile e dell’A.G.E.S.C.I. Gruppo Torremaggiore 1 (Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani) “Mons. Antonio Lamedica” , organizza “La Protezione Civile siamo tutti noi”.

Questo il programma:

sabato 9 luglio 2011: ore 9.30, incontro e montaggio campo; ore 18.00, inaugurazione e saluti Autorità; ore 18.30, alzabandiera; ore 19.00, esercitazione antincendio ed evacuazione ristorante; ore 21.00, seminario “Organizzazione della Protezione Civile” a cura di Giuseppe Fiorentino; domenica 10 luglio: ore 9.00, celebrazione Messa; ore 10.00, ammainabandiera e saluto Autorità; ore 10.30, smontaggio campo.

Per ulteriori informazioni:

Confraternita di Misericordia di Torremaggiore

c/o Scuola S. Giovanni Bosco

Via L. Ariosto/Largo Pineta – 71017 Torremaggiore

tel. e fax: 0882.381040

e-mail: misericordiatorre@virgilio.it

url: www.misericordiatorremaggiore.it

SCARICA LA LOCANDINA DELL’EVENTO IN PDF
Evento cittadino protezione civile 9-10 luglio 2011


Torneo Zonale di Calcio a 7, i campioni nella categoria adolescenti sono i ragazzi dell’Oratorio Anspi Spirito Santo di Torremaggiore

24 maggio 2011

parrocchia spirito santo

La settimana scorsa si è concluso il Torneo Zonale di calcio a 7 (fase zonale della Diocesi di San Severo) che ha visto la vittoria nella categoria Adolescenti, dei ragazzi dell’ORATORIO ANSPI SPIRITO SANTO di Torremaggiore (FG) con 18 punti, 6 vittorie su 6 partite giocate con 40 reti fatte e solo 6 subite, risultando anche i più disciplinati del Torneo. Ecco i nominativi dei ragazzi: Ubaldo ZAPPATORE; Michele BECCIA; Matteo MATARESE; Michele MATARESE; Fabrizio ROTOLO; Giovanni PIRONTI; Giuseppe D’ANTINO; Claudio BORRELLI; Piergiuseppe FAIENZA; Giuseppe LAMEDICA; Antonio COSENZA e Angelo Pio CIAVARELLA.
Gli stessi parteciperanno il 2 giugno 2011 presso l’Olimpic Sport Center di Bari alla fase Regionale per la Festa degli Oratori di Puglia e Basilicata insieme all’altra squadra dell’Oratorio Anspi SPIRITO SANTO della Categoria Scarabocchio.
Un grande risultato iniziale che speriamo sia di auspicio per superare gli step successivi si questa competizione sportiva. I ragazzi dell’ Oratorio Spirito Santo di Torremaggiore si sono distinti ed ora rappresentano non solo la comunità locale ma anche quella provinciale.

Squadra Calcio Oratorio ANSPI Spirito Santo Torremaggiore (Fg) 2011

Squadra Calcio Oratorio ANSPI Spirito Santo Torremaggiore (Fg) 2011

ECCO TUTTO IL CALENDARIO DELLE PARTITE DELLA FASE ZONALE DELLA DIOCESI DI SAN SEVERO

29 MARZO h 19,45 SACRA FAMIGLIA EPICENTRO 1 2 – 3
30 MARZO h 19,45 EPICENTRO 2 M. SS. ASSUNTA 2 – 6
31 MARZO h 19,45 S. SEVERINO SPIRITO SANTO 2 – 5

05 APRILE h 19,45 M. SS ASSUNTA EPICENTRO 1 4 – 3
06 APRILE h 19,45 SACRA FAMIGLIA EPICENTRO 2 0 – 7
07 APRILE h 19,45 S. ANTONIO A. SPIRITO SANTO 1 – 5

12APRILE h 19,45 SACRA FAMIGLIA M. SS AASSUNTA 3 – 11
13 APRILE h 19,45 EPICENTRO 1 S. SEVERINO A. 2 – 5
14 APRILE h 19,45 S. ANTONIO A. EPICENTRO 2 1 – 4
18 APRILE h 21,45 SPIRITO SANTO EPICENTRO 1 12 – 0
19 APRILE h 19,45 S. SEVERINO A. SACRA FAMIGLIA 5 – 3
20 APRILE h 20,45 M. SS ASSUNTA S. ANTONIO A. 4 – 5

26 APRILE h 19,45 EPICENTRO 2 S. SEVERINO A. 0 – 3
27 APRILE h 19,45 EPICENTRO 1 S. ANTONIO A. 7 – 8
28 APRILE h 19,45 SACRA FAMIGLIA SPIRITO SANTO 2 – 8

03 MAGGIO h 19,45 EPICENTRO 2 SPIRITO SANTO 1 – 7
04 MAGGIO h 19,45 SACRA FAMIGLIA S. ANTONIO A. 1 – 7
05 MAGGIO h 19,45 M. SS ASSUNTA S. SEVERINO A. 0 – 3 (TAVOLINO)

09 MAGGIO h 19,45 M. SS ASSUNTA SPIRITO SANTO 0 – 3 (TAVOLINO)
10 MAGGIO h 19,45 S. SEVERINO A. S. ANTONIO A. 4 – 6
11 MAGGIO h 19,45 EPICENTRO 1 EPICENTRO 2 4 – 10

CLASSIFICA FINALE TORNEO ZONALE

ORATORI PT G V N P R F R S DIF
SPIRITO SANTO 18 6 6 0 0 40 6 34
S. ANTONIO A. 12 6 4 0 2 28 25 3
S. SEVERINO 12 6 4 0 2 19 16 3
EPICENTRO 2 9 6 3 0 3 24 21 3
M. SS. ASSUNTA *9 6 3 0 3 25 16 9
EPICENTRO 1 3 6 1 0 5 19 41 -22
SACRA FAMIGLIA 0 6 0 0 6 11 41 -30
* penalità 2 punti


Il Coach della Nazionale Femminile di Basket è stato a Foggia il 19 maggio 2011

23 maggio 2011

Nella mattinata di giovedì 19 maggio Giampiero Ticchi, Allenatore della Nazionale Femminile di Basket, ha partecipato in qualità di Relatore al Seminario di studio monotematico “Coaching – Vincere le sfide attraverso il lavoro di squadra” tenutosi presso l’Università di Foggia – Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Scienze delle Attività Motorie e Sportive.  Ha contribuito in modo determinante alla organizzazione dell’evento il torremaggiorese  Giovanni Rubino, Professore di Educazione Fisica e Responsabile giovanile della Cestistica San Severo.

unifgfip-05.jpg

Hanno preceduto il Tecnico, con saluti ed interventi introduttivi, il Presidente del Corso di Laurea in S.A.M.S. Prof. Pietro Fiore, il coordinatote tecnico dello stesso corso il prof. Luca Cangelli, la Dott.ssa Annamaria Petito, titolare della cattedra di Teoria Tecnica e Didattica degli Sport di Squadra, il Prof. Mario Buccoliero, Assistant Coach del Cras Taranto e Docente di pallacanestro presso l’Università di Foggia. La lezione è stata seguita da un centinaio di studenti con particolare attenzione e grande coinvolgimento.

Ticchi si è soffermato a spiegare una delle fasi più importanti del suo ruolo di allenatore, un aspetto che va al di là della componente tecnica e tattica.
“E’ fondamentale il lavoro di equipe – ha dichiarato il coach – perché sono convinto che uno staff compatto e organizzato sia alla base del successo di una squadra.

Nel mio intervento all’Università ho illustrato le varie fasi necessarie alla costruzione di un gruppo: per raggiungere la performance migliore vanno esaltati valori come la passione e l’attaccamento ai propri colori ma certamente alla base va stabilita un’organizzazione della struttura che preveda una precisa suddivisione delle competenze. Tutti devono sentirsi a proprio agio, non solo in campo. Gli obiettivi da raggiungere devono essere chiari e condivisi all’interno di tutto il gruppo di lavoro, la motivazione deve fare da guida e stimolare la squadra a superare le difficoltà per poter raggiungere i migliori risultati possibili. Nel mio gruppo di lavoro ideale, lo staff deve rimanere a completa disposizione della squadra, in ogni momento della stagione e dei vari raduni”.

Al termine dell’incontro con gli studenti, Ticchi ha fatto ritorno a Taranto dove nel pomeriggio ha guidato l’allenamento della Nazionale Femminile.

Tra le frasi colte dall’intervento di Coach Ticchi, una ha particolarmente colpito gli studenti: “State pur certi, il treno nella vita passa una volta, ma passa! Dovete esser pronti e bravi a saltarci su!”

E’ nato a Pesaro il 4 novembre 1959. I primi passi da allenatore li ha mossi nel campionato di Promozione, a Cattolica, squadra di cui è stato anche giocatore.
Successivamente è passato a Riccione, dove ha allenato fino al 1996 e ottenuto una promozione in serie C2.
L’anno seguente è in A2 sulla panchina di Rimini come assistente di Piero Bucchi. Nel 2000/01 gli viene affidato il ruolo di capo-allenatore, sempre in serie A1. Dal 2001 al 2003 è sulla panchina di Castelmaggiore, in Legadue, dove raggiunge la semifinale playoff e l’anno successivo inizia la stagione con la Virtus Bologna, che nel frattempo ha rilevato i diritti sportivi proprio da Castelmaggiore. Nel 2004/05 si cimenta nel ruolo di dirigente, sempre in Legadue ma a Osimo, in virtù della riconosciuta abilità nello scoprire giocatori giovani o meno conosciuti.
Nuova sfida nel 2005/06, stagione nella quale affronta per la prima volta il campionato femminile e allena la Germano Zama Faenza, arrivando a un passo dalla finale scudetto.

Nell’estate 2006 firma il suo ritorno a Rimini. La Coopsette è la vera sorpresa del campionato: Ticchi viene premiato come miglior allenatore di Legadue e viene riconfermato per la stagione in corso.
Dal giugno 2008 è l’allenatore della Nazionale italiana femminile, lo scorso gennaio ha ottenuto una qualificazione agli Europei che all’Italia mancava da dieci anni. Sulla panchina azzurra vanta il sesto posto all’Europeo 2009 e la medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo di Pescara.
Ha chiuso la stagione 2009/10 alla guida di Rimini, in Legadue maschile.
Si ringrazia il Prof. Giovanni Rubino ed il Responsabile Segreteria Didattica Sig. Massimo Carella per l’organizzazione del Seminario.

Scarica il comunicato in formato PDF

comunicato-uni-fip.pdf

MitoAlfaRomeo.com


Il Responsabile Tecnico delle Nazionali Giovanili Gaetano Gebbia in Capitanata

2 aprile 2011

La “Settimana Azzurra”, bellissima iniziativa voluta dalla Federazione Italiana Pallacanestro e dal Settore Squadre Nazionali congiuntamente al CNA ha portato in Capitanata Coach Gaetano Gebbia, accompagnato dal Consigliere Reg.le FIP Leo Cusmai, con tutto il suo bagaglio di sapere e passione per il nostro bellissimo sport.

In mattinata in veste di Relatore sul tema “Metodologia d’insegnamento degli sport di squadra” a Foggia, ospite della Facoltà di Medicina e Chirurgia CdL in Scienze Motorie. Introdotto dai Docenti Di Molfetta, Petito, De Cata, Colella e dal Presidente Comitato Prov.le FIP Lino Dell’Aquila. Seminario apprezzatissimo dai numerosi Studenti ed Istruttori presenti.

Alle 14 collegamento in videoconferenza con i Formatori Nazionali CNA negli uffici della Mazzeo Giocattoli srl (ringraziamo il Patron Raffaele Mazzeo per la disponibilità e passione incommensurabili) e poi di nuovo in palestra ad allenare per due ore intensissime, coadiuvato da Nicolas Panizza e Daniele Papeo, gli U17 della N. Alius e Cestistica San Severo prima, ed osservare poi gli U15 delle stesse Società in un allenamento condotto da Coach Giovanni Rubino coadiuvato da Antonio Leggieri e Francesco Peluso Cassese, sotto gli occhi attenti dell’RTP Gigi Marinelli e dell’RTT Dimitri Patella.
Giornata indimenticabile…grazie Coach Gebbia, a nome di tutti!

Giovanni Rubino
CNA Foggia

SCARICA IL COMUNICATO IN FORMATO PDF CON TUTTE LE FOTO DELL’EVENTO
comunicato-gebbia-capitanata


Morti di influenza suina (H1N1)in Capitanata,ecco cosa risponde l’ASL FG

20 gennaio 2011

Segue comunicato della Direzione Sanitaria dell’ASL FG tratto dal sito della testata giornalistica Capitanata.it, Portale e giornale di Foggia e provincia.

null

null

Pervengono notizie di casi gravi e di decessi da virus A H1N1 provenienti da Paese europei, da realtà locali italiane e dalla Regione Puglia. Nella provincia di Foggia sale a due il numero dei decessi. Sono risultati negativi i tamponi naso-faringei eseguiti ad un paziente di anni 38 deceduto il 17 gennaio presso la Rianimazione della Casa del Sollievo dalla Sofferenza di San Giovanni Rotondo e ad un suo fratello, ricoverato in condizioni critiche presso lo stesso ospedale. E’ positivo, invece, il test eseguito in una giovane donna in stato di gravidanza, ricoverata in buone condizioni di salute presso il reparto di Ostetricia e Ginecologia della Casa del Sollievo dalla Sofferenza di San Giovanni Rotondo. Negli altri ospedali della Capitanata sono attualmente ricoverati tre pazienti per sospetta influenza AH1N1. Tra i casi più gravi , un uomo di 40 anni ricoverato presso la Rianimazione dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Foggia.

La Direzione Sanitaria di concerto con la Direzione del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl Foggia ha riattivato tutte le procedure previste per la sorveglianza dei casi gravi e complicati utilizzando le disposizioni impartite durante la pandemia AH1N1 dello scorso anno.

E’ stata rinnovata ai Medici di Famiglia, coinvolti nelle attività di vaccinazione antinfluenzale, la raccomandazione a mettere in pratica ogni iniziativa utile ad accrescere il reclutamento dei soggetti da vaccinare appartenenti alle categorie a rischio di complicanze legate all’infezione da virus influenzale stagionale.

Per la campagna vaccinale 2010-2011 sono state fornite ai Medici di Famiglia circa 180.000 dosi per la vaccinazione attiva e gratuita dei soggetti anziani e dei portatori di patologie, così come individuati dalla Circolare del Ministero della salute del 29 luglio 2010. Il vaccino somministrato è efficace sia contro il visus A H1N1, sia contro il virus dell’influenza stagionale.

Presso la Direzione Aziendale è stata convocata per domani alle ore 11 l’Unità di Crisi Provinciale alfine di fare il punto della situazione, mettendo a fuoco eventuali criticità comunicative ed operative, mantenendo lo stato di allerta. L’Unità di Crisi Provinciale, istituita con deliberazione del Direttore Generale n°. 896 del 30.04.2009, è costituita dai seguenti componenti :

Il Direttore Sanitario dell’ASL o suo delegato

Il Direttore del Dipartimento di Prevenzione
i Direttori medici di Presidio
i Direttori dei Distretti Sanitari

un Direttore del Servizio di Igiene Pubblica
Il Prefetto o suo delegato
un Rappresentante dell’ANCI

un Rappresentate della struttura periferica della Protezione Civile

un Rappresentate dell’ufficio di sanità Marittima e Area

La Direzione Aziendale dell’ ASL FG

APPROFONDIRE LA TEMATICA

Cosa è l’influenza suina – Wikipedia

Conoscere l’influenza A, tutte le precauzioni – Repubblica Salute e Medicina

Campagna di comunicazione contro la nuova influenza A(H1N1) – Ministero della Salute

Influenza A, le vittime sono dodici – Corriere della Sera


Influenza A/h1n1, morto un 49enne garganico a SAN SEVERO, terza vittima in Capitanata
– DauniaCom.it


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: