Festa Tricolore Provinciale (FLI) 16-17-18 settembre 2011 a Torremaggiore

8 settembre 2011

Dal 16 al 18 settembre 2011 presso Corso Italia a Torremaggiore ci sarà la Festa Tricolore Provinciale organizzata dalla Segreteria Provinciale di Futuro e Libertà di Foggia con il locale circolo futurista “Indro Montanelli” sito in Corso Matteotti 157. E’ possibile scaricare il programma completo in pdf dell’intero evento.

SCARICA IL MANIFESTO COMPLETO IN FORMATO PDF
manifesto-fli

SCARICA IL DEPLIANT DELLA FESTA IN PDF
depliant-FLI

Annunci

Comizio di Futuro e Libertà sabato 18 giugno 2011 ore 20:interverrà Lino Monteleone

15 giugno 2011


Comunicato Pasquale Monteleone (Futuro e Libertà Torremaggiore):Ciancio è il responsabile del caos politico locale

27 maggio 2011

Segue comunicato stampa ufficiale del Capogruppo di Futuro e Libertà per l’Italia (FLI) dott. Pasquale Monteleone sulla situazione politica locale. La responsabilità del contenuto riportato nel comunicato è ESCLUSIVAMENTE a carico dell’autore.

In qualità di Capogruppo di Futuro e Libertà in Consiglio Comunale di Torremaggiore ritengo opportuno esprimere delle considerazioni sulla situazione politico-amministrativa locale odierna. La revoca delle dimissioni da parte del Sindaco Ciancio costituisce un altro punto di riflessione per la comunità cittadina.
Semmai c’è ne fosse bisogno, i cittadini possono vedere i filmati ed i comunicati sul sito del Comune e sugli altri siti e blog dedicati all’attualità locale ed avere conferma di tutto quello che sto enunciando.
Era il 29 maggio 2010 quando in Corso Italia si riunì il primo Consiglio Comunale e da subito espressi, in posizione isolata, notevoli perplessità su una ipotetica amministrazione arcobaleno.
Successivamente nonostante i ripetuti tentativi di dimetterci in massa andati a vuoto…,il 29 luglio 2010 Ciancio trovò in Consiglio Comunale i numeri per governare e a quel punto decisi di confluire all’opposizione insieme con gli amici del Gruppo Indipendente perché non ritenevo possibile una amministrazione arcobaleno e perché non intendevo tradire il mandato elettorale, ivi compreso l’impegno pubblico a dimettersi in massa in caso di vittoria del sindaco Ciancio.
Tra gli altri motivi sostenni che sarebbe venuto meno il gioco democratico dove una maggioranza ha il dovere di governare e una minoranza quello di controllare. Era una situazione anomala che non poteva reggere a lungo e così è stato, fui un facile profeta.
Così, le lancette della politica tornarono agli anni disastrosi della Prima Repubblica dove l’inciucio costituiva l’ordinaria amministrazione ed era sinonimo di ambiguità continua.
Successivamente mi sono visto costretto a lasciare la lista del PdL nella quale ero stato eletto e ho provato a fare opposizione costruttiva con la fattiva collaborazione del Gruppo Indipendente, e quando se ne è ravvisata la necessità abbiamo sempre formulato proposte in senso migliorativo.
Nel corso dei mesi successivi il numero dei consiglieri è salito da quattro a dieci e questa è stata la nostra prima VITTORIA politica, poiché tutti coloro che avevano sostenuto Ciancio in campagna elettorale e quindi in consiglio comunale si sono ritirati, non condividendo la sua linea politica. Una situazione ampiamente prevedibile data la visione poco chiara della strategia politica messa in campo dal Sindaco Ciancio.
Non mi sorprende il probabile esito a cui arriveremo nel “mattiniero” Consiglio Comunale del 31 maggio 2011, come non mi ha sorpreso la revoca delle sue dimissioni in data 23 maggio 2011.
Avevo già dichiarato in uno degli ultimi consigli comunali che Ciancio e chi lo ha appoggiato sono i protagonisti e responsabili del caos politico locale; ci consegneranno delle macerie in termini di credibilità della politica già messa a dura prova dalle vicende nazionali e per il futuro ci toccherà moltiplicare gli sforzi per far riacquistare prestigio alle istituzioni locali e reputazione a chi fa politica.
I torremaggioresi sono stanchi di questa situazione confusa dove si denota solo una propaganda quotidiana che sulle grandi come sulle piccole questioni da affrontare, ha visto l’Amministrazione Comunale essere inconcludente oppure ha preferito NON decidere.
Al punto a cui siamo arrivati, noi di f.l.i., ci proponiamo come una alternativa valida per risollevare le sorti della nostra Torremaggiore, poiché abbiamo raccolto intorno a noi, accanto ai militanti di lungo corso forze nuove, persone della società civile e non che si sono messe in relazione per poter dire la loro e perché non accettano l’idea di oblio a cui stanno consegnando la nostra comunità cittadina.
Noi di Futuro e Libertà crediamo in una Torremaggiore dove la politica non sia solo scontro e propaganda, ma si ispiri a valori e programmi per garantire l’interesse locale ed il vero bene comune. Noi desideriamo promuovere la legalità, l’etica pubblica ed il senso civico e vogliamo rimettere in moto lo sviluppo socioeconomico puntando sulle imprese, sui giovani, sulle donne, sull’economia verde-sostenibile e sullo sviluppo della rete coinvolgendo tutte le energie positive e serie di Torremaggiore che ci staranno.
Concludo senza alcuna presunzione, umilmente, a bassa voce, affermando che se ci guardiamo intorno, se volgiamo gli sguardi dietro noi, alle settimane e ai mesi passati, possiamo per davvero dire che abbiamo tutto il diritto di essere estremamente soddisfatti perché c’era chi con una certa presunzione, con un approccio superficiale, ci aveva frettolosamente liquidato: “sono quattro gatti, non li segue nessuno, sono soli”, avevamo ragione e lo ribadiremo in ogni sede pubblica ed istituzionale. La chiarezza è la nostra bussola e andiamo avanti su questa strada!

Dott. Pasquale Monteleone – Capogruppo FLI Torremaggiore

MitoAlfaRomeo.com


Comunicato Generazione Futuro Torremaggiore:vieni con noi a realizzare l’Italia che vogliamo

12 aprile 2011

Cari giovani torremaggioresi,
dopo la due giorni di Bari dove ho visto tantissimi ragazzi e ragazze tra i 16 e i 30anni,vi posso dire che NOI, NOI GIOVANI possiamo cambiare l’ITALIA.
Ci siamo confrontati su tantissime questioni,sul lavoro,sulla scuola, sull’università e sulla cultura; successivamente abbiamo provveduto a consegnare agli onorevoli futuristi le nostre proposte per presentarle in Parlamento. Anche il locale Circolo di Generazione Futuro ha partecipato attivamente alla Prima Convention Nazionale.
Abbiamo scritto nero su bianco le nostre idee, ho visto ragazzi metterci anima e cuore in quei giorni,ragazzi che sono venuti a loro spese, solo per passione,per esprimere le proprie idee, perchè siamo stufi della vecchia politica, vogliamo una politica GIOVANE, che pensi al bene del paese,alle riforme e a tutto ciò che sia possibile per cambiare al meglio l’ITALIA, LA NOSTRA ITALIA.
Mi rivolgo a voi cari ragazzi,la politica deve essere passione,deve essere impegno, deve essere la voglia di costruirsi un futuro migliore, se avete idee, proposte, progetti, allora unitevi insieme a NOI GIOVANI, iscrivetevi a GENERAZIONE FUTURO e invece di parlare solo e dire che la politica e tutto “UN MAGNA MAGNA GENERALE” partecipate attivamente e portate nuove proposte,se volete cambiare questa politica. La libertà di pensiero è un valore molto importante allora perchè non condividere le proprie idee e mettersi in gioco, io l’ho fatto e spero che anche voi mi seguirete, la strada è lunga e tortuosa, ma noi abbiamo quello che gli altri non hanno: UN SOGNO DI UN’ITALIA PIù GIOVANE ed un partito dove c’è CONFRONTO INTERNO dove ognuno è protagonista. Nessun traguardo ci è precluso.

Francesco Antonucci
Coordinatore Generazione Futuro Torremaggiore

null

Se ti vuoi iscrivere e partecipare contattaci su FACEBOOK come GENERAZIONE FUTURO TORREMAGGIORE, con e-mail a gftorremaggiore@tiscali.it o alla sede che si trova su Corso Matteotti 157 TI ASPETTIAMO!!!!!

null


Nasce anche a Torremaggiore Generazione Futuro

21 febbraio 2011

Segue comunicato ufficiale del Circolo Generazione Futuro di Torremaggiore

null

Generazione Futuro è il movimento giovanile unico ed ufficiale di “Futuro e libertà”: anche a Torremaggiore nasce uno dei primi circoli del nostro territorio provinciale, per iniziativa di Francesco Antonucci ed altri ragazzi.
Generazione Futuro è un laboratorio giovanile dedicato a coloro che hanno tra i 14 e 30 anni, dove il confronto e il rispetto delle diverse opinioni sono la nostra base di partenza, in cui la pluralità e le differenze saranno motivo di unità e condivisione. Ci proponiamo di essere, ambiziosamente e senza retorica, l’innovazione e la novità di cui pensiamo, in questo momento, abbia bisogno la società italiana ed in particolare Torremaggiore. Ci proponiamo di dar vita a incontri in cui prevalga il dialogo, in cui la partecipazione giovanile debba essere estesa a 360°, in cui chi vuole dire la sua è libero di farlo al di là dei soliti pregiudizi. Vogliamo superare vecchie e nuove contrapposizioni, vogliamo affrontare seriamente i problemi del mondo giovanile. Non è facile, ma proprio per questo raccogliamo la sfida. Parleremo di scuola, di ambiente, di società, di lavoro, di cultura e di tutto ciò su cui sarà possibile confrontarsi, mantenendoci impassibili su alcuni cardini della nostra visione del mondo: libertà, legalità, democrazia e onestà. Da diversi mesi ormai abbiamo intrapreso un percorso, che è quello della Libertà, è quello della partecipazione. E’ quello che viaggia sulla voglia di tanti ragazzi soprattutto di costruire l’ITALIA del 2020. LA NOSTRA ITALIA. E allora NOI, GIOVANI diciamo con chiarezza che ci siamo e ci saremo sempre. Abbiamo voglia di cambiamento e il cambiamento comincerà da noi. Ci aspetta un percorso lungo e segnato da difficoltà, ma alla lunga, vinceremo questa battaglia, nella consapevolezza di chi sta dalla parte del giusto e lotta non per questa o quella poltrona, ma per costruire tutti assieme un’Italia e una Torremaggiore migliore.Vogliamo chiudere con una frase di Shakespeare :”Lasciate che chi non ha voglia di combattere se ne vada. Dategli dei soldi perché acceleri la sua partenza, dato che non intendiamo morire in compagnia di quell’uomo. Non vogliamo morire con nessuno ch’abbia paura di morir con noi”.
Siamo la voglia di futuro, non aspettiamo altro che condividere con chi ci sta il cammino che abbiamo intrapreso. TI ASPETTIAMO!

La nostra sede è su Corso Matteotti 157, c/o il circolo di Futuro e Libertà per L’Italia “Indro Montanelli”.

Siamo anche su Facebook come “Generazione Futuro Torremaggiore”

IL COMMENTO DEL CAPOGRUPPO FUTURISTA DELLA CITTA’ FEDERICIANA

“Esprimo viva soddisfazione per la costituzione del primo nucleo di Generazione Futuro nella nostra Torremaggiore, passo ulteriore del radicamento che sta caratterizzando il nostro neonato movimento politico di Futuro e Libertà per l’Italia anche nella nostra comunità cittadina, segno tangibile che la politica intesa come impegno volontario, spontaneo e libero sia ancora possibile. Per parte mia sosterrò in ogni modo le iniziative e la crescita del nostro movimento giovanile,che, sono certo, potrà contribuire a darci energie positive e propositive”. E’ quanto afferma il Capogruppo consiliare di Futuro e Libertà, il dott.Pasquale Monteleone.


Nota del Capogruppo futurista Monteleone “Al via costruzione di un altro centro destra”

15 febbraio 2011

Pubblichiamo la nota del Capogruppo di Futuro e Libertà al Consiglio Comunale di Torremaggiore, dott. Pasquale Monteleone appena rientrato da Milano dalla Costituente del nuovo soggetto politico Futuro e Libertà per l’Italia.

Cosa riportiamo a casa, dopo la tre giorni di partecipazione alla Assemblea Costituente di Futuro e Libertà per l’Italia a Milano? Tanti amici e simpatizzanti mi hanno posto questa domanda ed io proverò a rispondere con semplicità e chiarezza.
Nel corso dei dibattiti cui ho partecipato, tra gli stand delle associazioni che hanno dato vita al neonato movimento politico si è avvertita tutta la preoccupazione per gli scenari politici e sociali che stanno caratterizzando quest’ultimo periodo e allo stesso tempo il desiderio di reagire, di guardare con rinnovata fiducia al futuro.
Sì, perché la battaglia politica e culturale che abbiamo cominciato alcuni mesi fa, guarda esclusivamente al nostro domani, a quello dell’Italia in primo luogo fino alle nostre realtà locali, a quelle comunità fatte di cittadini sempre più disorientati, sfiduciati e che considerano la politica e chi la pratica ormai non più credibile.
Tantissimi giovani hanno aderito al nostro nuovo corso e naturalmente questo è uno dei principali motivi di soddisfazione e di speranza che ci inducono a fare sempre meglio e di più, ad essere di esempio a chi si avvicina per la prima volta alla politica oppure per chi, deluso da precedenti esperienze, vorrebbe mollare e ritirarsi a vita privata; un pericolo questo, che incombe talvolta anche su di me (che ormai ho un quindicennio di militanza politica) se considero i fatti e i misfatti di casa nostra (Torremaggiore).
È stato un appuntamento comunitario, semplice, senza troppo sfarzo, dove si poteva dialogare con tutti, anche con i cosiddetti “big”, segno anche questo di un ritorno alla politica dal volto umano; molto diversa dal congresso fondativo del Pdl, cui pure avevo partecipato come delegato, fatto di effetti speciali, di uno stile americano, sfarzosa e soprattutto gratis…!Una esperienza diversa anche da quella esaltante di Bastia Umbra, a novembre. Quella meneghina, a tutti gli effetti un congresso, invece, si è svolta con commissioni di lavoro per mettere appunto il programma, le iniziative da proporre all’Italia e alle nostre città per il prossimo decennio, affiancando ai valori tradizionali della destra quali legalità, socialità, merito, unità nazionale quelli della innovazione nel rapporto tra capitale e lavoro, il tema dell’ambiente come occasione di tutela ma anche di sviluppo, di un welfare e della sussidiarietà che lascia spazi alle iniziative migliori dei privati e che non si lascia scappare le menti più acute all’estero.
Riportando queste considerazioni nell’alveo della nostra Torremaggiore, intanto, sono contento del lavoro sin qui svolto, grazie ad un gruppo di persone libere che hanno costituito il primo nucleo fondativo del nostro movimento. Ora però ci attende la sfida ulteriore di penetrazione della nostra città, della capacità che certo non ci manca di parlare ai nostri concittadini e spiegare loro perché ci impegniamo, perché è necessario tornare ad avere una “passione civica”.
Credo che, osservando le vicende dell’ultimo anno nella nostra città, non sarà facile convincere la gente che un altro modo di fare politica è possibile ma questa resta anche la sfida più affascinante e motivante che proveremo a vincere nei prossimi anni.


Il Capogruppo di Futuro e Libertà per l’Italia a Torremaggiore (Fg)
dott. Pasquale Monteleone


Commenta la nota del capogruppo futurista su Facebook

Richiedi l’amicizia al Comitato Elettorale di Lino Monteleone


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: