Costituito il Comitato cittadino “Torna a decidere tu” per abrogare il porcellum

Segue il comunicato ufficiale del Comitato cittadino “Torna a decidere tu” per abrogare la legge elettorale “Porcellum” . La responsabilità del contenuto è esclusivamente dell’autore.

null

Si è costituito a Torremaggiore il Comitato per la raccolta delle firme per abrogare per via referendaria la Legge Elettorale denominata “ PORCELLUM”

Come noto la legge elettorale attualmente in uso in Italia (La legge n. 270 del 21 dicembre 2005) è stata definita dal suo stesso “ideatore”, il Ministro leghista Roberto Calderoli, “una porcata”.
Essa consente al cittadino di esprimere il proprio voto per una lista di candidati predefinita dalle segreterie di partito (“liste bloccate”), senza alcuna possibilità di indicare preferenze e – quindi – di scegliere i propri rappresentanti, che in tal modo vengono – per così dire – imposti dall’altro. A partire dall’originario appellativo di cui sopra, è diventata consuetudine riferirsi ad essa come alla “Legge Porcellum”. Ed è proprio questo grande bavaglio che incombe sulla politica italiana e che sbilancia pericolosamente il rapporto tra il cittadino/elettore ed i suoi rappresentanti politici (a favore di una quanto mai funesta autoreferenzialità della classe dirigente) che intendiamo, oggi, combattere.
Insieme ad altre forze, movimenti ed associazioni (tra cui ricordiamo l’Italia dei Valori, Sinistra Ecologia Libertà, Partito Democratico, Rifondazione Comunista, Associazione Socialismo Dauno, Associazione diversamente abili, ) è avviata la raccolta delle firme necessarie per abolire questa “Legge Porcellum”. La raccolta deve necessariamente concludersi entro il 20 settembre.
Saremo in Piazza con il seguente calendario:
Sabato 10 settembre, Piazza della Repubblica, ore 19,00- 22,00
Domenica 11 settembre, Piazzale Pineta, ore 11,00- 13,00 19,00- 22,00.
E’ importante aderire all’iniziativa popolare e partecipare alla raccolta delle firme perché l’abrogazione della legge consente di restituire al cittadino/elettorale la possibilità di decidere i propri rappresentanti nel parlamento Italiano.
La rappresentatività del parlamento italiano deve, infatti, a nostro avviso, tornare ad essere garantita da una legge elettorale in grado di definire in maniera diretta e semplice il rapporto tra elettore ed eletto. E la classe politica italiana sarà allora lo specchio di un paese che noi sappiamo essere molto diverso e molto migliore da quello che ci rimanda quotidianamente l’azione sconsiderata, irresponsabile ed indegna di questo governo. Torremaggiore, 6 settembre 2011.

Invitiamo i cittadini a firmare

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: